L’“apocalisse dei ragni“. Così è stato ribattezzato lo strano e inquietante fenomeno che si sta verificando in questi giorni nello Stato di Victoria, nel sud-est dell’Australia: distese di enormi ragnatele con milioni di ragni che vi camminano sopra ricoprono gran parte delle città di Gippsland, Sale e Longford. Una patina bianca e densa che si estende in alcuni casi per più di un chilometro quadrato lungo una strada. Il motivo? Come riferisce la Bbcm gli esperti spiegano che si tratta in realtà di una tattica di sopravvivenza messa in atto dai ragni per sopravvivere alle forti piogge e alle inondazioni che hanno colpito la zona.

Tecnicamente questo fenomeno si chiama “ballooning”: in caso di pericolo di inondazioni, infatti, milioni di ragni si coordinano per creare una sorta di pallone che si gonfia al vento e permette loro di raggiungere i rami degli alberi o superfici più alte per sfuggire all’acqua. “I ragni terrestri devono alzarsi da terra molto rapidamente. La seta si snoda e si attacca alla vegetazione e così possono scappare: è come se fosse il loro apocalisse a cui sfuggire“, ha spiegato il dottor Ken Walker, esperto di insetti del Museums Victoria

Lo avevo visto in precedenza, ma non era mai stato di questa portata. Non è stato spaventoso, è stato bellissimo. Tutto era semplicemente avvolto in questa bellissima ragnatela, su tutti gli alberi e le recinzioni”, ha detto poi alla Bbc Carolyn Crossley, consigliere comunale locale. “Il sole stava tramontando in quel momento e la luce era bellissima, così come quest’onda fluttuante che attraversava il paesaggio. Il fatto che le tele non si siano separate mi ha fatto pensare al fatto che questi ragni si siano in qualche modo coordinati per realizzare questa incredibile installazione“, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Muore a 10 anni per salvare la sorellina che stava annegando. La madre: “Ha fatto quello che pensava fosse giusto”

next
Articolo Successivo

Litiga con il marito e lo uccide versandogli addosso acqua bollente e 3 chili di zucchero

next