Elodie show con tanto di commozione. Arriva tardi sul palco di Sanremo 2021, ma colpisce per spontaneità e immediatezza. La cantante romana si è esibita in duetto, in un mash-up con balletto, e ha anche presentato cantanti in gara. Poi infine la confessione, il cuore e la mente che si aprono al ricordo e alle emozioni di un’adolescenza difficile nella borgata del Quartaccio a Roma. Genitori che si separano, andirivieni tra Roma e Salento per trovare un posto nel mondo, serata da cubista poi i talent che non ingranano. “Tutte le volte che sono riuscita ad abbattere un muro sono successe delle cose molto belle nella mia vita e allora ho deciso di raccontarvi qualcosa di me – ha spiegato la ragazza di origine creola in completo rosso – Il mio quartiere mi ha dato tanto e mi ha tolto tanto e non parlo solo delle privazioni materiali, come non avere l’acqua calda o non riuscire ad arrivare a fine mese per pagare le bollette”.

“Volevo fare questo mestiere fin da bambina – ha proseguito Elodie – ma non mi sentivo all’altezza. Tante volte non mi sono data una possibilità. Non ho finito il liceo, non ho preso la patente, non ho studiato canto. Ho sbagliato, lo so. Però è difficile in certi contesti focalizzarsi su quelle che vuoi essere da grande. Il mio fidanzato (Marracash ndr) in un suo pezzo dice ‘voi ci rubate il tempo che è l’unica cosa che abbiamo’. Infatti se nasci e cresci in borgata devi lavorare il doppio d è difficile capire qual è il tuo sogno”. Elodie poi si ferma un attimo, deglutisce, emozionata, e introduce la persona che le ha dato la possibilità di rinascere quando già tutto sembrava finito. “A vent’anni avevo deciso che la musica era finita, avevo deciso di non fare più niente. Non cantavo nemmeno più sotto la doccia. Però sono stata molto fortunata. Ho conosciuto un pianista jazz, il suo nome è Mauro Tre e questa sera è con me sul palco”.

La ragazza romana ha così ricordato come Tre “le abbia dato una possibilità dove non me la sono data io”, e che è stato lui a farle amare il jazz: “Io sono stata la prima ad avere un pregiudizio su me stessa. Quello che mi ha insegnato Mauro è che non bisogna sempre sentirsi all’altezza delle cose, l’importante è avere il coraggio di farle e poi si aggiusta in corsa. Probabilmente io non sono all’altezza di questo palco, ma essere all’altezza non è più un mio problema, perché essere all’altezza è un punto di vista”. A quel punto Elodie ha intonato con grazia un brano di Mina, Mai Così.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2021, Fiorello in lacrime: “Come padre è un dolore. Mi viene un groppo in gola se ci penso”

next
Articolo Successivo

Paola Turci: “Francesca Pascale? Sono lesbica e anche etero.Se mi piace una donna, sto con una donna”

next