È entrato in casa della vicina, l’ha uccisa e poi le ha strappato il cuore che ha “cucinato con le patate”. La storia la racconta APNews: siamo in Oklahoma e Lawrence Paul Anderson, che è stato arrestato nei giorni scorsi, ha compiuto una strage. Dopo aver ucciso la vicina Andrea Lynn Blankenship, 41 anni, Anderson è tornato a casa e lì a cucinato il macabro pasto per poi provare a servirlo ai parenti con l’obiettivo di “liberare tutti dai demoni”. Stando all’Oklahoma State Bureau of Investigation, Anderson ha ucciso lo zio Leon Pye, 67 anni, la nipotina di 4 anni e ferito la zia. Ora è accusato di triplice omicidio e il giudice ha negato la cauzione. L’avvocato difensore di Anderson, Al Hoch, ha deciso di ricorrere a una perizia psichiatrica per stabilire se l’imputato sia in grado di affrontare il processo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili