La notizia di un ennesimo allungamento del “Grande Fratello Vip” ha mandato in tilt i concorrenti. Il programma non finirà l’8 febbraio, bensì il 26 febbraio. “Dovrete stare lì dentro ancora tre settimane piene”, ha comunicato ieri sera Alfonso Signorini. Non tutti l’hanno presa bene. D’altronde, la maggioranza di loro è dentro la casa di Cinecittà da 126 giorni e l’equilibrio psicologico comincia a farsi precario.

Quello che sembra aver accusato di più questa notizia è stato Tommaso Zorzi. Il concorrente pensa di non riuscire a reggere l’ennesimo allungamento: “Io non ce la faccio davvero. Non possono spostare due volte la finale così…”, si è confidato con gli altri inquilini. Nella notte, poi, l’influencer ha avuto un forte crollo nervoso ed è addirittura corso in bagno per vomitare. Un episodio, questo, che ha fatto preoccupare gli altri concorrenti e i telespettatori.

Tuttavia, non è stata l’unica reazione “nervosa”. Anche Stefania Orlando è entrata in crisi e ha cercato di abbandonare la casa: lei, più che altro, ha sofferto le parole del suo ex marito Andrea Roncato. “A che gioco sta giocando? Perché parla dopo 4 mesi? Questa è anche la mia vita (…) Me ne voglio andare, lasciatemi andare, lasciatemi andare. Mi fate andare via? Non devo ragionare su niente, voglio andare a casa mia. Non me ne frega più di niente”, ha urlato la Orlando. Il nervosismo si è fatto così intenso che ha indossato il cappotto e si è diretta verso la porta rossa, convinta di voler uscire dal gioco. Sono stati gli altri concorrenti a implorarla di ripensarci. “Se esci tu, esco anche io”, le ha detto Zorzi. Per fortuna, entrambi sono riusciti a tranquillizzarsi. La loro avventura al “Gf Vip” prosegue…

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

L’Ariston pieno e i teatri vuoti? Perché Sanremo è Sanremo e voi non siete un c****

next