“La cosa difficile da raccontare a chi è qui è una vita fatta di vuoto”. In occasione della presentazione del quarto volume di Donne sul fronte, l’autrice Francesca Mannocchi – reporter dalle cruciali zone di conflitto – racconta quale sia la vita dei bambini nei campi profughi siriani: una vita in cui mancano giochi, istruzioni, prospettiva, calore.
Se chiudo gli occhi. La guerra in Siria dai racconti dei bambini.
Scritto da Francesca Mannocchi con i disegni di Diala Brisly
In edicola con Il Fatto Quotidiano. Scopri la collana di PaperFirst “Donne sul fronte”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il Time cancella il 2020: “Peggior anno di sempre, maggior parte di noi non ha visto la Grande guerra o l’epidemia di spagnola”

next
Articolo Successivo

Ho letto ‘Bugiardi senza gloria’: corruzione e falsità messe a nudo nel nuovo libro di Travaglio

next