Il suo telefono è stato hackerato e il suo iCloud violato. Guendalina Tavassi è sotto choc per quanto le è successo: un fatto grave, denunciato alle forze dell’ordine. I video di Guendalina, alcuni sexy, sono stati infatti subito diffusi in rete. L’ex concorrente del Grande Fratello ha parlato a Le Iene: “Mi è crollato il mondo addosso, ho pensato le cose più brutte”, ha detto, sconvolta. “La Guendalina di prima, dopo questo episodio, è come se fosse morta, hanno rubato tutto la mia vita intima. Parole dure, lei quasi in lacrime”. E poi il racconto di come è venuta a sapere quanto stava accadendo: “Una mia amica mi ha chiamato e mi ha detto ‘Guendalina guarda non so come dirtelo ma stanno girando dei tuoi video su alcuni gruppi whatsapp’. Quando mi ha detto così io ho chiesto che video e lei mi è risposto che erano con dei sex toys. Poi mi ha chiamato mio marito in lacrime”.

È provata Guendalina, mentre racconta la sua tremenda esperienza. “Tutti questi video, le foto le ho inviate a mio marito: per lavoro lui non sta spesso a Roma e quindi stando a Napoli, magari preferiva chiederli a sua moglie invece di andare su siti porno come fanno tanti. Abbiamo una vita sessuale normale, siamo marito e moglie, ci amiamo, sono cose normali nostre”. E poi ha aggiunto: “Hanno malignato anche su questo. Chissà a chi li ha mandati. Io vorrei dire che io e mio marito ci amiamo ancora, stiamo bene insieme”. Poi si rivolge agli autori del furto: “Dietro a Guendalina personaggio c’è una donna, c’è una madre, ci sono dei figli, ci sono i miei genitori. Stanno facendo soffrire loro che non c’entrano niente. Sono dei bastardi di merda”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Fabrizio Corona sposa Lia Del Grosso”: lei posta la foto di due fedi

next
Articolo Successivo

Vincenzo De Luca: “Quel conduttore esaltato a Napoli l’avremmo ricoverato per coma etilico al Cardarelli”

next