“I governi specie in Europa hanno capito che un lockdown completo non è il metodo più efficiente per affrontare la situazione”. Lo ha detto la presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde rispondendo a una domanda durante il forum Bce sulle banche centrali. Riguardo alla situazione attuale, Lagarde ha spiegato che rispetto ai primi mesi della pandemia, quando eravamo di fronte a “un mare di incertezza”, ora parte di questa incertezza è stata rimossa da una parte con le elezioni americane, ormai avvenute, e dall’altra con i passi in avanti compiuti sul fronte dei vaccini. “Non voglio essere troppo entusiasta su questo fronte – ha detto – perché rimangono questioni di logistica su come distribuire il vaccino nel 2021 e su quante persone andranno vaccinate prima che si possa arrivare a un’immunità di gregge”. La presidente della Bce ha quindi spiegato che “Il livello delle misure di politica monetaria è importante, ma la durata di queste misure sarà un fattore altrettanto critico“. Lagarde ha detto che le banche oggi appaiono “molto più solide” di un decennio fa e “sono un elemento che facilita, piuttosto che un elemento al centro del problema. In alcuni settori chiaramente ci saranno bancarotte (di aziende, ndr) e una parte dei crediti deteriorati andrà riconosciuta e andranno fatti accantonamenti, evitando però lo shock di una sterzata improvvisa”.

Presente al forum anche il numero uno della Federal Reserve statunitense Jerome Powell che ha affermato: “Dobbiamo fare di più, il Congresso dovrebbe fare di più. Finora gli Stati Uniti non hanno visto il peggio e pertanto sarà necessario fare di più” in termini di politica monetaria e fiscale”. Powell ha sottolineato che le disuguaglianze stanno trattenendo la ripresa americana”. I progressi sul vaccino sono una “buona notizia per il medio termine” ma non una panacea per l’immediato, ha continuato il presidente della Fed aggiungendo che restano significative difficoltà e incertezze sulla produzione, la distribuzione e l’efficacia del vaccino sui diversi gruppi della popolazione. Il governatore della Fed parla anche di cambiamento climatico, tema molto caro alla nuova amministrazione di Joe Biden. “La Fed ha senza dubbio un ruolo da giocare nel contrasto ai cambiamenti climatici, ha affermato Powell aggiungendo che la banca centrale si adopererà perché il sistema finanziario “diventi resiliente di fronte agli shock ambientali”

Il Fatto Economico - Una selezione dei migliori articoli del Financial Times tradotti in italiano insieme al nostro inserto economico.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Contributo a fondo perduto per i negozi dei centri storici, pronto il modello: domande al via dal 18 novembre

next
Articolo Successivo

Spread ai minimi da oltre due anni. Il Btp futura raccoglie altri 5,7 miliardi di euro

next