“Credo che il sistema scelto dal governo per definire le zone gialle, arancioni e rosse sia troppo complesso, perché divide non solo per Regioni, ma anche per province. Immaginate quanti distinguo. E inoltre considera non solo l’Rt ma 21 parametri, difficilissimi da decifrare. Qualcuno potrebbe dirmi ‘tu cosa avresti fatto’? Avrei scelto un sistema più semplice e più uniforme”. Così il sindaco di Milano, Beppe Sala, in un video su Facebook ha criticato il nuovo dpcm introdotto dall’esecutivo per arginare l’epidemia da Covid-19. “Non sono così certo che questa classificazione, vista in maniera dinamica, garantisca una decisione equa”, ha aggiunto, specificando però che farà rispettare qualunque decisione. “Per difendere la mia comunità continuerò a combattere perché questi benedetti ristori arrivino, tempestivamente e nella misura giusta”, ha sottolineato, annunciando un incontro con il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Speranza alle Regioni: “Non ignorino gravità dei dati”. Ora la Calabria contesta la zona rossa, ma ha modificato i numeri della Terapia intensiva all’ultimo minuto

next
Articolo Successivo

Scontro in Aula sulle zone rosse, centrodestra: “Regioni gialle solo perché di centrosinistra”. Delrio: “E allora la Liguria? Scelte basate su dati”

next