Le Iene” hanno dedicato una intera puntata a Mirko Scarcella con lo speciale “La leggenda del guru di Instagram: Do you know Mirko Scarcella?”. L’inviato Gaston Zama ha analizzato attentamente tutte le sue attività con interviste, riscontri e dichiarazioni inedite. Tutto nasce dalla segnalazione di diversi professionisti che si sono affidati a Scarcella per incrementare i follower su Instagram, seguendo il suo cosiddetto “algoritmo segreto”. Le consulenze, secondo quanto emerge anche dall’inchiesta, ammontavano a 347 euro per una “business call” fino alle “one to one” a 5mila euro. Inoltre erano disponibili anche corsi in streaming. Successivamente le consulenze sono state bloccate proprio perché c’è chi si è reso conto che i follower erano comprati. Alcuni sono riusciti a recuperare parte del loro investimento.

Tra i personaggi che hanno chiesto l’aiuto a Scarcella per incrementare i follower ci sarebbe anche Gianluca Vacchi. Sembra che i due fossero molto amici. L’imprenditore ha rilasciato una lunga intervista a “Le Iene”, spiegando il suo punto di vista. “Mirko Scarcella? Un ciarlatano, non un malato – ha detto-. Facile avere successo con i miei post, visto che hanno un grande seguito di pubblico. Scarcella si ritiene un guru della comunicazione, ma in realtà non ha inventato niente. I like e i follower si possono comprare, l’algoritmo non è inventato da lui”.

Poi Vacchi ha rincarato la dose: “Io sono sempre stato zitto, sempre in silenzio in questi due anni perché mi interessava fino a un certo punto. Poi però l’idea che lui usi il mio nome per fare delle cose che non sono eticamente corrette. Allora forse è meglio che parli”. Vacchi ha confermato di aver lavorato con Scarcella, ma quest’ultimo aveva una mansione specifica: “Ha reso possibili delle mie idee su come intrattenere la gente. Una sorta di assistenza nella materializzazione delle mie follie”. Sul rapporto d’amicizia Vacchi ha specificato: “Divento amico della gente con cui lavoro e mi ricordo anche di averlo difeso moltissime volte da chi magari era un po’ più scettico di me all’inizio”.

I rapporti tra i due si sono interrotti: “In realtà non decide di lasciarmi ma sono io che decido di salutarlo cortesemente perché mi sono reso conto che aveva una attitudine e una modalità comportamentale che con me non aveva niente a che vedere. Il giorno che creerà un fenomeno, che possa essere anche solo il 5% del fenomeno mediatico mio, allora forse può cominciare la frase con la quale dice che è stato il mio deus ex machina”.

Domenica scorsa Mirko Scarcella è stato ospite a “Non è l’Arena” di Massimo Giletti. In collegamento dai Caraibi ha sostenuto addirittura di essere stato il manager che si è “inventato” il personaggio Vacchi, incrementando i follower da 4mila a 11 milioni. Scarcella ha anche ammesso di avere usato i bot per aumentare artificialmente la popolarità. Infine ha anche mostrato, per dimostrare il rapporto stretto e di fiducia con chi oggi lo accusa, foto e video, tra cui una clip in cui Vacchi furioso minaccia un misterioso “nano” a cui vorrebbe “staccare la testa strappandogli pure i tatuaggi dal collo”. Sempre durante “Non è l’Arena” Scarcella ha confermato di aver lavorato con vip internazionali tra cui le Kardashian.

Al termine del servizio de “Le Iene”, è stata mandata una domanda diretta “Do you know Mirko Scarcella?” ai vip con cui il “guru” dei social sostiene di aver lavorato: la già citata Kim Kardashian, Cristiano Ronaldo, Donald Trump, Rihanna, Tayor Swift e Sylvester Stallone. Un notaio ha aperto la prima busta inviata dallo staff di Cristiano Ronaldo che conferma che i due non si sono mai conosciuti. Lo stesso ha risposto anche Sylvester Stallone. Non resta che aspettare la replica.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grande Fratello Vip, perché la parola “Xanax” dovrebbe far ridere?

next
Articolo Successivo

Grande Fratello Vip, lite furibonda tra Maria Teresa Ruta e Matilde Bradi: “Amiche, la dovete massacra’ sta’ stron*a”

next