Lo scenario “tsunami” Covid-19 di febbraio e marzo scorsi “non dovremmo più riviverlo, perché la curva dei contagi è monitorata e non ci sono carenze di dispositivi. È impossibile ipotizzare una seconda ondata come la prima, ma dobbiamo entrare nell’ottica che dal 3 giugno siamo ripartiti dal via e stiamo monitorando la risalita della curva. Poi, complice una estate un po’ troppo allegra, con decisioni che non dovevano essere prese, come la riapertura delle discoteche, la curva è risalita da 1.400 casi a settimana a 1.400 al giorno, anzi ora la media è 1.700“. È quanto ha dichiarato il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, al Forum Sistema Salute, a Firenze. “Con questo ritmo di crescita lineare e non esponenziale – sottolinea Cartabellotta – potremmo arrivare a Natale a 9-10 mila ospedalizzati, con mille pazienti in terapia intensiva, una cifra gestibile. Previsioni per i mesi successivi ora non possiamo farle”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La farsa della prevenzione dentale all’italiana: è tutto privato, pure la ‘campagna del sorriso’. Intanto la salute orale dei bambini peggiora

next
Articolo Successivo

I pugni, i colpi in aria e la pistola strappata di mano: così è stato aggredito l’ex avvocato di Berlusconi. Il movente? Oscuro (per ora)

next