Licenziata dopo 19 anni di lavoro per aver pagato una pagnotta 20 centesimi in meno. Il casto della signora Hough di Manchester sta facendo il giro dei tabloid inglesi. La donna che lavorava in un panificio della città inglese da quasi vent’anni aveva acquistato al volo due panini con la salsiccia per i suoi nipotini pagandoli una sterlina e non una sterlina e venti.

La donna ha spiegato più volte alla proprietaria che in tasca aveva solo quella moneta e che pressata dall’urgenza di dover assistere ad un funerale, ha dimenticato di aggiungere i 20 cent in cassa. Ma per il suo capo non c’è stata storia ed è arrivato un licenziamento in tronco. La donna ancora giovane ma già nonna ha deciso di sporgere denuncia, sostenendo di aver subito un’ingiustizia. Denuncia che è andata a buon fine perchè il tribunale le ha dato ragione. La signora Hough riceverà quindi un risarcimento di 3.000 sterline, come stabilito dal tribunale del lavoro di Manchester.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Strage di elefanti in Botswana, risolto il mistero: a ucciderli neurotossine cianobatteriche pericolose anche per l’uomo

next
Articolo Successivo

Vuole conoscere il sesso del figlio: taglia il pancione della moglie con una falce, il bimbo muore

next