“Pensavo di passare il mio sabato come faccio normalmente vestito da uomo del ‘600, a cavallo, tirando di spada, e parlando in uno strano modo, invece mi avete fatto la sorpresa più grande della mia vita”. Pierfrancesco Favino ritira la Coppa Volpi come miglior attore al Festival di Venezia 2020 per il film Padrenostro dove interpreta un vicequestore vittima di un attentato terroristico negli anni settanta, e si emoziona realmente come fosse alla prima recita della sua vita.

“Non sarei su questo palco se non ci fosse stato quel piccolo grande attore che è Mattia Garaci (il giovanissimo protagonista di Padrenostro ndr), colui che mi ha consentito di essere sempre giusto. Questo premio è suo come di tutti gli altri attori e della troupe tra cui un maestro che mi ha detto una cosa bella che voglio condividere con voi. Quando si gira un film è come se nascesse una stella e noi viviamo su quella stella per mesi, ne nutriamo l’energia e il caos, poi la lasciamo, e la sua luce si propaga nello spazio fino a posarsi sugli schermi qualche tempo dopo perché qualcun’altro possa vederla e nei suoi occhi continui a brillare”. Favino ha poi concluso: “Credo che la Mostra del Cinema questa cosa ce l’abbia insegnata ancora una volta come fosse la prima. Allora voglio dedicare questo premio a tutte le stelle che ancora una volta nasceranno, ai milioni di schermi che ne coglieranno la luce, al brillare degli occhi nel buio”.

Spiritoso invece il video di ringraziamento spedito da Frances McDormand e Chloé Zaho, rispettivamente protagonista e regista del Leone d’Oro, Nomadland. Intanto le due donne erano sedute con tanto di sandali ai piedi sul van utilizzato nel film, veicolo in movimento dove vive nomade il personaggio di Fran. “Non siamo lì, ma siamo a Pasadena in California. Comunque grazie davvero da entrambe per questo Leone d’oro – ha affermato McDormand mimando con le mani le zampe graffianti del leone e ruggendo scherzosamente. Poi in coro hanno chiuso il video con la battuta dolente e dolorosa che accompagna i protagonisti del loro film: “Ci vediamo sulla strada”.

Articolo Precedente

Mostra del Cinema di Venezia 2020, i vincitori: Coppa Volpi a Piefrancesco Favino. Leone d’oro a Nomadland

next
Articolo Successivo

Mostra del Cinema di Venezia, Favino dopo la vittoria: “Non ci credevo, pensavo mi prendessero in giro. Manca solo l’Oscar? Eh, hai voglia…”

next