Tutti e quattro i candidati sindaci di Sorrento (Napoli) costretti all’isolamento domiciliare. Uno, Marco Fiorentino, perché positivo al Covid-19, e gli altri tre, Massimo Coppola, Mario Gargiulo e Francesco Gargiulo, per essersi seduti vicino a lui durante un confronto pubblico che si è svolto il 29 agosto nel giardino di un noto pub. Non si hanno notizie simili di ‘azzeramento’ di campagna elettorale nel resto dello stivale. La competizione si è fermata – almeno per gli aspiranti primi cittadini – e sono state annullate iniziative politiche e dibattiti già programmati, in attesa che i tamponi diano il segno ‘negativo’ e liberino i candidati dalla doverosa quarantena. Per uno di loro la lieta notizia è già arrivata, in tempi rapidi: si tratta di Mario Gargiulo. Lo ha annunciato sui social: “Sono risultato negativo al tampone”. Per lui si prospetta la revoca dell’isolamento, mentre i rivali per ora restano a casa. “Di certo non abbassiamo la guardia – scrive – continuiamo questa campagna con attenzione e priorità massima per la salute dei cittadini“.

Tutto nasce con un post di ieri di Marco Fiorentino, candidato sindaco di ‘Sorrento Tua’ ed ‘Energia per Sorrento’, che rivela di essere risultato positivo a un tampone disposto in un laboratorio privato dopo aver appreso del contagio di due candidati al consiglio comunale. “Non ho sintomi, mi sento bene”, precisa l’ex sindaco di Sorrento. “Come sapete, per senso di responsabilità, avevo scelto già da alcuni giorni ormai di rispettare volontariamente la quarantena. Non mi demoralizzo, al contrario, è uno stimolo ad andare avanti”. Sono immediatamente scattati i protocolli di rito e i tracciamenti dei contatti. E la catena è andata all’indietro fino al 29 agosto, data del primo e quasi certamente ultimo confronto pubblico tra tutti i candidati sindaci. Si è svolto nel giardino di una birreria sul corso Italia, alla presenza di decine di persone, nel rispetto delle norme sul distanziamento, come peraltro si può verificare dalla memoria della diretta streaming rimasta in rete su qualche pagina social. Le foto ritraggono Fiorentino, Massimo Coppola (candidato sindaco del Pd e di due liste civiche), Mario Gargiulo (candidato sindaco di cinque liste) e Francesco Gargiulo (candidato della civica ‘Riprendiamoci la città’), seduti uno affianco all’altro. Hanno le mascherine abbassate, la indossa solo il moderatore. Va però detto che sono a debita distanza l’uno dall’altro.

Il dipartimento di prevenzione dell’Asl Napoli 3 ha deciso per precauzione di disporre la quarantena anche per gli altri tre candidati sindaci. Raggiunti telefonicamente da ilfattoquotidiano.it, dicono tutti più o meno le stesse cose: stanno bene e aspettano l’esito del tampone. Nel frattempo è stato annullato per precauzione quello che sarebbe dovuto essere il secondo e ultimo confronto pubblico. Era stato organizzato dai parroci di Sorrento nell’atrio della Cattedrale, era previsto il 16 settembre e avrebbe riguardato i temi delle disuguaglianze sociali. Il parroco don Carmine Giudici ne ha ufficializzato l’annullamento con una lettera affettuosa ai candidati sindaci. “Auguriamo a ciascuno di voi e ai vostri compagni di cordata ogni bene, confidando che possiate presto mettervi al servizio della comunità sorrentina – quale che sia la collocazione politica e istituzionale – con un’attenzione particolarissima e privilegiata ai più deboli e ai più fragili. Auspichiamo anche di poter comunque avviare un confronto che, a partire dagli appunti che vi abbiamo inoltrato, avvii un fecondo dialogo tra chi è chiamato ad amministrare la nostra città e la variegata, composita e ricca realtà della nostra comunità ecclesiale”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regionali Veneto, il candidato di centrosinistra Lorenzoni ha un malore in diretta Facebook: trasportato in ambulanza in ospedale

next
Articolo Successivo

Regionali Veneto, guerra a distanza tra Salvini e Zaia: lettere per far votare la lista della Lega e la minaccia di provvedimenti disciplinari

next