Dopo aver definito Robert De Niro un “fottuto piagnucolone”, Mickey Rourke si è scagliato contro Elon Musk, il visionario imprenditore fondatore di Tesla, invitandolo a farsi sotto, con tanto di scommessa sul vincitore. Tutto nasce dalle rivelazioni fatte in tribunale a Londra nel corso del processo tra Johnny Depp e l’ex moglie Amber Heard: uno dei testimoni della difesa dell’attore ha dichiarato infatti di aver visto più volte Musk nell’appartamento della coppia, in concomitanza con la comparsa dei lividi sul volto dell’attrice. In più, nel corso del procedimento è stato letto un sms in cui Johnny Depp minacciava di tagliare il pene di Elon Musk.

Accuse che il magnate di Tesla ha respinto, negando di aver mai avuto un rapporto a tre con la Heard e Cara Delevingne. Non solo, ha poi risposto anche a Depp, che lo aveva apostrofato “Mollusk” dicendo: “Se Johnny vuole un battersi con me in una gabbia, me lo faccia sapere”. Il riferimento è alla sua grande esperienza con le arti marziali.

Ecco allora che a raccogliere la sfida è stato proprio Mickey Rourke che su Instagram è intervenuto con un post in cui si rivolge direttamente all’imprenditore: “Ho appena letto che Elon Musk ha sfidato Johnny Depp in un combattimento. Ho un’idea migliore se Elon Musk ha voglia di combattere e vuole affrontare qualcuno della sua taglia, sarei felice di dare una lezione a mr. sono-un-duro Elon Musk. Pugni nudi, gomiti e ginocchia e io userò solo la mia mano sinistra. Possiamo scommettere 200mila dollari a testa, chi vince prende tutto, senza regole, Così invece di prendersela con qualcuno che pesa 60 chili, ti faccio il culo io. Con i più cari saluti, Mickey “Marielito” Rourke”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Katiuscia: “Ero un po’ la Chiara Ferragni degli anni ’70”

next
Articolo Successivo

Meghan Markle “all’inizio era stata accolta come Diana. Poi deve aver scambiato Londra per Mosca”

next