Primo comizio da candidato alle presidenziali Usa per il rapper Kanye West. Da quando ha reso pubblica la propria candidatura, per molti considerata solo un pretesto per promuovere il suo ultimo disco, il cantante è salito sul palco per la prima volta a North Charleston, in Carolina del Sud, pronunciando un lungo monologo in cui ha parlato di molti temi, dalla religione al commercio internazionale al diritto all’aborto. Fino all’ammissione, tra le lacrime, di aver “quasi ucciso” il suo primo figlio, chiedendo alla moglie Kim Kardashian, di abortire. West si è presentato con i capelli rasati per mostrare il numero 2020, e con un giubbotto militare addosso. Resta l’incertezza sulla sua effettiva candidatura, ha mancato le scadenze per candidarsi in vari Stati e non è chiaro se vorrà o sarà in grado di raccogliere le firme necessarie altrove. La scorsa settimana si è candidato in Oklahoma, il primo Stato dove è riuscito a farlo. Perché il suo nome compaia sulla scheda in Carolina del Sud, il rapper deve raccogliere 10mila firme entro oggi, secondo le regole statali. Tra le varie dichiarazioni pronunciate nel suo primo ‘comizio’, West ha detto di ritenere che l’aborto debba essere legale ma dovrebbero esistere incentivi economici alle madri in difficoltà, in modo da scoraggiare la pratica. “Tutti quelli che hanno un neonato ottengono un milione di dollari”, ha detto come esempio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sicario si finge un fattorino e spara a casa di una giudice: ucciso il figlio, ferito il marito

next