Sono più di venti i brani che si candidano a tormentone dell’estate 2020. Un numero impressionante di canzoni, nate dall’esigenza di dare una spinta al mercato discografico, dopo i contraccolpi gravi del lockdown e della crisi economica a causa della pandemia. Quasi tutti gli artisti della musica italiana si sono rimboccati le maniche per lanciare un singolo prima possibile. Quello che colpisce, ad una prima analisi dei brani estivi, è la carica delle donne con Elodie, Giusy Ferreri, Baby K, Chiara Ferragni, Levante, Alessandra Amoroso, Elettra Lamborghini in prima fila. Un buon segnale in un mondo musicale, dominato spesso da soli uomini. Non mancano gli outsider come, ad esempio, Carl Brave che ha scritto “Fratellì” contro la tossicodipendenza. C’è anche chi ha più di 35 anni di carriera come Luca Carboni che con “La canzone dell’estate” potrebbe dare del filo da torcere ai più “giovani” come Mahmood (“Dorado”) o il vincitore di “Amici Speciali” Irama che con “Mediterranea”, ha già agguantato la certificazione Platino.

Dando un’occhiata alle classifiche, sembra già ci sia il vincitore, ma i giochi sono ancora aperti sia perché a settembre è ancora lontano e sia perché la gara quest’anno è iniziata molto più tardi, a causa del lockdown. “Karaoke” della ‘premiata ditta’ Boomdabash con Alessandra Amoroso regna nella classifica dei singoli Fimi/Gfk e in quella Earone dei brani più passati in radio della settimana, su Spotify Top 50 e nella classifica provvisoria della Power Hits Estate di RTL 102.5 (gran finale all’Arena di Verona il 9 settembre). A dar fastidio ai Boomdabash c’è sempre “Mediterranea” di Irama che, nonostante sia uscita il 19 maggio scorso, non sembra voler mollare la hit parade. Tra le curiosità c’è Elodie – in stato di grazia – che si sdoppia con “Guaranà”e “Ciclone”: comunque vada per lei è già un successo. Fedez, invece, triplica con “Bimbi per strada”, “Roses” con Dargen D’amico e “Le feste di Pablo”, in duetto con Cara. Takagi&Ketra i re Mida dei tormentoni quest’anno firmano ben cinque brani: “Ciclone” con Elodie e Mariah, “La Isla” con Giusy Ferreri ed Elettra Lamborghini, “Una voglia assurda” di J-Ax, “Paloma” di Fred De Palma feat. Anitta e “Karaoke” dei Boomdabash con Alessandra Amoroso. Dunque la gara è apertissima, ma occhio all’ultimo brano in uscita “Defuera”. A firmare la produzione è DRD, pseudonimo dietro cui si nasconde Dardust, che ha messo assieme i pezzi da novanta del mondo rap e urban: Marracash, Ghali e la giovanissima e talentuosa Madame. Che vinca il migliore!

ALESSANDRA AMOROSO, ELODIE, CHIARA FERRAGNI, MADAME: LE DONNE ALLA RISCOSSA

Elodie – che ha già segnato le estati scorse con le hit ‘Nero Bali’ e ‘Margarita’ – quest’anno raddoppia prima con “Guaranà”, scritto da Davide Petrella e Dardust, che ne ha curato anche la produzione, poi con ‘Ciclone’ – scritta da Davide Petrella, Federica Abbate e Miki La Sensa – assieme ai “killer” dei tormentoni estivi Takagi&Ketra, i Gipsy Kings e la star del reggaeton trap r&b mondiale Mariah. Il video di “Ciclone” è già un cult con Elodie che omaggia il film di Leonardo Pieraccioni, proponendosi come una nuova e sensuale Lorena Forteza. “Sono super carica, – dichiara Elodie a IlFattoQuotidiano.it – sono tornata al lavoro appena il lockdown me lo ha permesso. Come sempre ci sono alcune cose che posso comunicare e altre che per il momento non posso rivelare. Quello che posso dire è che in questi giorni sto ascoltando tanto e provinando ancora di più, sono chiusa in studio a lavorare a nuovi brani. Ho scoperto, durante l’isolamento, quanto il lavoro sia vita. Avere un obiettivo, svegliarsi ogni mattina con lo stimolo a perseguirlo è ciò che desidero ed è ciò che mi fa stare bene. Per quanto riguarda le cose che non posso rivelare, in questo periodo sto valutando anche un progetto, molto ambizioso e insolito, che potrebbe uscire entro l’anno”. La cantante ci racconta anche quanto in realtà sia legata ad entrambi i brani: “Guaranà era pronta già da un po’ di tempo ma l’abbiamo messa a punto e rifinita nelle poche settimane prima che uscisse. Sentivo che era il momento giusto per questo pezzo che vuole regalare un senso di libertà all’estate 2020, un’estate strana, diversa dal solito e per molti sicuramente più difficile. Mi piacerebbe portare un po’ di ‘leggerezza’ a chi l’ascolta… Una canzone è una piccola cosa ma può aiutarci ad evadere, anche se solo per una manciata di minuti. ‘Ciclone’ è brano dal sapore internazionale, un po’ vintage, nasce dalla collaborazione di tanti stili e sonorità diverse, la melodia mi ha conquistata fin dal primo ascolto. Quando si lavora insieme c’è sempre da imparare e non potevo resistere al fascino dei Gipsy Kings”.

La “premiata ditta” Boomdabash ha deciso di bissare la collaborazione artistica con Alessandra Amoroso, dopo il successo della scorsa estate “Mambo Salentino”. Ecco “Karaoke” che ha subito ottenuto un grande riscontro – è già Disco D’Oro – per le sue sonorità tra reggae e pop. “Questo brano – spiega Alessandra Amoroso – nasce da un legame forte e solido di amicizia sincera basata su valori, radici e dal semplice desiderio di voler fare musica dopo un periodo difficile per tutti. Karaoke non è solo una canzone, ma segna un momento per tutti noi e ci dona nuove prospettive per il futuro”. C’è un’altra accoppiata inedita, ma che già spopola sui social. Baby K ha lanciato “Non mi basti più” assieme alla regina delle influencer Chiara Ferragni. Il singolo è stato anticipato dal jingle presentato nella campagna di comunicazione crossmediale ADV realizzata dal brand Pantene. Giusy Ferreri quest’anno ha scelto Elettra Lamborghini per uno dei duetti più attesi della stagione estiva. “La Isla” è una salsa pop-urban con un ritornello efficace: “Tu mi fai cantare, ti giuro non ho più bisogno di niente”. Anna Tatangelo, dopo la separazione con Gigi D’Alessio, ha cambiato look (virando verso il biondo per i capelli) e sound musicale. Il nuovo percorso musicale inizia con la gradevole “Guapo”, in collaborazione con il rapper napoletano Geolier. Levante con “Sirene” racconta un’estate “sospesa”. “L’8 giugno 2020 ho annunciato ai miei fan l’annullamento del tour estivo causa Covid19. – racconta Levante – Non è facile per nessuno dire ‘questa estate non lavoriamo’, non lo è stato nemmeno per me che sono un animale da palco e al momento, lontana dal live, sono in cattività. È stato un attimo, ho preso la chitarra e ho scritto ‘Sirene'”. La giovanissima Madame, la rapper più talentuosa su piazza, duetta con Ghali e Marracash nella nuova produzione di Dardust “Defuera”.

IRAMA, MAHMOOD, SHADE E IL PAGANTE: LARGO AI GIOVANI

Il vincitore di “Amici Speciali” Irama – con all’attivo 12 Dischi di Platino e 6 Oro – con “Mediterranea” ha conquistato subito la classifica italiana. Questi i numeri: oltre 33 milioni di streaming, nella top five della classifica Earone dei brani più trasmessi dalle radio italiane, per 4 settimane al numero della classifica FIMI/GfK dei singoli più venduti in Italia conta già oltre dieci milioni di visualizzazioni. Il brano sarà realizzato anche in una versione spagnola e verrà lanciato nelle prossime settimane nel mercato latino. Shade – con all’attivo 8 dischi di Platino e 3 Oro – è stato tra i primi a lanciare il proprio tormentone con “Autostop”: “Ma anche stavolta nel video non limono, come le altre volte, – scherza con IlFattoQuotidiano.it – però posso dare la colpa alla distanza di sicurezza per il Covid-19. Avevamo diversi candidati, almeno 3-4 brani, ‘Autostop’ già c’era a ottobre ma le parole erano leggermente diverse, poi sistemate in un secondo momento durante il lockdown che ho trascorso in Spagna perché mi trovavo lì in quel momento. Ho passato giornate con la chitarra, componendo e giocando a calcetto con gli amici. Il tormentone più forte, escluso il mio? ‘Paloma’ di Fred De Palma, non smetto di cantarla”.

Il golden boy della musica italiana, Mahmood, ha deciso di rispolverare uno dei cartoon più amati di tutti i tempi, il coniglietto cult Bugs Bunny che festeggia proprio 80 anni quest’anno, per lanciare “Dorado”. Il brano vede la collaborazione di Sfera Ebbasta e dell’artista latino Feid. A firmare la produzione è DRD, pseudonimo dietro cui si nasconde Dardust, pronto a sua volta a lanciare un altro brano “Defuera” assieme ai pezzi da novanta del mondo rap e urban: Marracash, Ghali e la giovanissima e talentuosa Madame. “Portofino” – prodotto da Merk & Kremont – invece è la proposta de Il Pagante che, dopo il successo dell’album “Paninaro 2.0” – 100 milioni di stream su Spotify e certificato Disco D’oro – torna con uno nuovo brano che gioca sulle manie e i luoghi comuni dell’estate italiana con l’ironia dissacrante che li contraddistingue: dai grandi marchi di lusso alle Stelle Michelin e sfavillanti yacht in porto.

TIZIANO FERRO, JOVANOTTI, RAF, CARBONI, FEDEZ E J-AX: LE CERTEZZE DELLA MUSICA
La ballata dance up-tempo “Balla per Me” mette assieme due mostri sacri della musica italiana come Tiziano Ferro e Lorenzo “Jovanotti”. “Balla Per Me è un mondo a parte – racconta Tiziano. – Era il 1987 quando comprai il mio primo disco italiano ed era di Jovanotti. Non sapevo nemmeno che si chiamasse Lorenzo ma il mio sogno era quello di cantare con lui. Ora è successo e il risultato è una delle canzoni più di cuore dell’album’ ‘Accetto Miracoli’. È una canzone piena di vita, alla quale tengo moltissimo”. Jovanotti racconta: “Fin dal primo momento che Tiziano mi ha fatto ascoltare Balla per me, mi si è stampato in testa il ritornello. Un pezzo che ha qualcosa di immediato e zero pippe, parla di vita vera su un battito che pulsa, ma presenta una complessità armonica e compositiva piuttosto inusuale oggi”. Francesco Gabbani con “Il sudore ci appiccica” – un po’ vintage e discomusic – ricorda che è importante non essere anime distanti. Un’invettiva nei confronti dell’individualismo. Il sudore diventa siero della condivisione collettiva, dovrebbe ‘appiccicare’ la comunità, diventando collante fisico che permetta la compartecipazione attiva e sentita di fatiche, difficoltà e anche gioie. Fedez si fa in tre con“Bimbi per strada (Children)”, il nuovo singolo che anticipa il ritorno musicale dell’artista con l’album di inediti. La traccia segue la pubblicazione di “Problemi con tutti (Giuda)”. Poi è stato pubblicato “Roses”, il nuovo singolo con Dargen D’Amico, dove Fedez si diverte a prendere di mira alcuni dei suoi “nemici” con continui riferimenti a politici come Salvini e Gasparri. Da annoverare tra i brani lanciati dal cantante anche la collaborazione con Cara in “Feste di Pablo”. -J-Ax con “Una voglia assurda” canta la voglia di vita dopo il lockdown: ricominciare, riabbracciarsi, godersi il mare e la spiaggia, fare festa fino all’alba, la voglia di baciarci. Liberi è il nuovo singolo di Danti, scritto ed interpretato insieme a Raf e a Rovazzi. La canzone è nata mesi fa, quando l’emergenza Covid-19 non era ancora scoppiata. “Liberi non è stata scritta per questo periodo ma gli si addice perfettamente. Non è una canzone per festeggiare ma per regalare dei momenti di spensieratezza in un periodo in cui c’è molto bisogno – racconta Danti -. In questo nuovo singolo c’è un chiaro riferimento nostalgico agli anni della musica house”. E Raf aggiunge: “Gli scenari distopici di una pandemia che ha colto tutti impreparati, il persistere di piaghe antiche che l’umanità non ha mai superato veramente, e malgrado gli insegnamenti della storia, l’ostinato uso di metodi coercitivi come ipotetiche soluzioni, le quotidiane difficoltà per tenere il passo, per non sentirsi esclusi in un mondo dove tutto sembra avere un prezzo e tutto si consuma troppo rapidamente, hanno amplificato un estremo desiderio di evasione di spensierata leggerezza, di essere liberi”. Anche Nek prova a farsi spazio con il rock spinto di “Ssshh!!”. Oltrepassata la boa dei 35 anni di carriera, c’è ancora chi stupisce. Luca Carboni è sempre stato al passo coi tempi e “La canzone dell’estate” – scritta da Daniele Coro, Valerio Carboni e Alex Vella – lo dimostra. Un pezzo moderno ed estivo che potrebbe dare veramente del filo da torcere agli altri concorrenti e ai colleghi più giovani e ‘cool’. “Durante la quarantena, pensando all’estate, è nato questo pezzo in cui si fondono momenti ‘caldi’ del passato e momenti del presente- racconta Luca Carboni. – Una canzone in fondo amara ma, nonostante l’inquietudine, l’estate, oltre al sudore, non può non spremerti anche gocce di amore e di speranza”. Fred De Palma anche quest’anno vuole tentare il colpaccio – dopo il successo di “Una volta ancora”, cinque volte Platino – ed ecco che arriva “Paloma” con la collaborazione della popstar brasiliana Anitta.

CARL BRAVE, DIODATO E ACHILLE LAURO: GLI OUTSIDER

Il trasformista per eccellenza Achille Lauro con “Bam Bam Twist” omaggia gli Anni 60. “In tempi di distanziamento sociale, la mia follia vi porta in pista con un ballo a due, che è stato allo stesso tempo il più promiscuo ed il più elegante degli anni “mitici” e “favolosi” del Miracolo Economico – ha dichiarato Achille Lauro -. Un ballo che nasce dalla gestualità dello ‘spegnere mozziconi di sigarette sulla pista da ballo e pulire le superfici con le estremità di un asciugamano‘: il Twist, l’evoluzione sexy e sensuale dello Swing”. “Un’altra estate” è il singolo ad hoc che Diodato ha scritto durante il lockdown. “Ho aperto la mia finestra a Milano e ho sentito il profumo del mare. – ha rivelato il vincitore di Sanremo 2020 – Sono gli scherzi che fa il desiderio di tornare a vivere. Arrivare su una spiaggia e ritrovarsi davanti quella distesa misteriosa e potente, densa terra di confine che ti insegna a respirare e a confrontarti con la libertà. Nei miei occhi chiusi, ho mosso i primi passi verso di lei, fino ad arrivare pian piano a farmi avvolgere dal suo infinito abbraccio. Ho scaldato il mio corpo con movimenti lenti ma sempre più costanti, puntando all’orizzonte, perché in fondo io, a quell’orizzonte, ci credo ancora”. Carl Brave è l’outsider di questa estate con “Fratellì” dal ritmo coinvolgente ma è una canzone che racconta, senza fronzoli e retorica, il dramma delle dipendenze e della tossicodipendenza. L’artista fotografa la realtà senza moralismi, immergendosi nella vita e nella difficile situazione di chi vive una dipendenza, qualsiasi essa sia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Queen, 47 anni fa il debutto di un rock molto diverso da quello a cui siamo abituati

next
Articolo Successivo

Frankie HI-NRG MC, esce il suo nuovo singolo e lui racconta: “I rapper di oggi fanno un pezzo al mese per dare ai fan qualcosa su cui ‘cliccare’. Non è il mio ‘sport'”

next