È il giorno peggiore dall’inizio della pandemia. Nelle ultime 24 ore l’Oms ha registrato un nuovo record di casi di coronavirus: il totale di contagi tra sabato e domenica ha raggiunto le 230.370 positività, con l’ultimo primato risalente a due giorni fa, quando i casi in 24 ore erano stati oltre 228mila. L’aumento più rilevante dei casi è stato registrato ancora negli Stati Uniti, in Brasile, India e Sudafrica. Stando ai dati più aggiornati dell’Organizzazione mondiale della Sanità, dall’inizio della pandemia in tutto il mondo i casi sono oltre 12,5 milioni, mentre le vittime sono 561.617.

Si tratta del quarto giorno consecutivo oltre i 200mila casi giornalieri. Il primo giorno sopra quota 200mila è stato giovedì 9 luglio con 204.967 contagi, il 21,47% in più rispetto a mercoledì 8. Il giorno successivo, venerdì scorso, sono stati toccati i 228.186 casi confermati (+11,33%), seguito da 219.983 contagi di sabato. La media per questo periodo è quindi di 217.712 casi al giorno, un dato aggravato dagli ultimi dati. Nello stesso periodo, emerge ancora dal sito dell’Oms, il numero di decessi provocati dal coronavirus si è mantenuto sempre sopra quota 5.000. In particolare giovedì scorso l’organizzazione ha rilevato 5.575 morti, ben il 34,56% in più rispetto al giorno precedente. Venerdì hanno perso la vita 5.568 persone (-0,13), mentre ieri vi sono stati ulteriori 5.286 morti (-5,06%).

Negli Stati Uniti a destare preoccupazione è la situazione dello Florida, lo Stato ha riportato il più alto numero di contagi in tutto il Paese: secondo le statistiche del Dipartimento della salute, 15.299 persone sono risultate positive nelle ultime 24 ore, per un totale di 269.811 casi. Mentre in Catalogna 8 comuni sono tornati in uno stato di totale lockdown, come durante lo scorso marzo: si potrà uscire solo per andare a lavoro e per questioni di necessità. La situazione resta drammatica anche in Brasile, con oltre 1000 decessi in un giorno: è da fine maggio che si registrano sempre più di mille morti nelle 24 ore. Il totale dei decessi è di 71.469, il livello più alto nel mondo dopo gli Stati Uniti dove si contano 134.814 vittime.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ubisoft, scandalo sessismo e molestie negli uffici del gigante dei videogiochi che ha creato Assassin’s Creed: allontanati 3 dirigenti

next
Articolo Successivo

Elezioni Polonia, testa a testa tra il presidente uscente Duda e l’europeista Trzaskowski

next