Aveva perso il padre medico pochi mesi fa a causa del coronavirus, ora è diventato dottore e si appresta a seguire le sue orme. È la storia di Massimo Stella, 25 anni, neolaureato in Medicina con 110 e lode all’Università dell’Insubria di Varese. Suo padre, Roberto, era il presidente dell’Ordine dei medici e odontoiatri della provincia di Varese e medico di base a Busto Arsizio. Era morto a causa del Covid a inizio marzo, uno tra i primi medici ad ammalarsi a causa dell’epidemia.

Massimo, il figlio, gli ha voluto dedicare la laurea, ottenuta con una tesi in Cardiologia con il professor Roberto De Ponti. Lascia un ringraziamento anche ai suoi colleghi di università che nei mesi scorsi avevano lanciato una raccolta fondi per l’ospedale di Busto Arsizio, dedicandola proprio alla memoria del padre: “È stata una bellissima iniziativa, con cui mi hanno dimostrato la loro vicinanza. Il loro gesto mi ha commosso, soprattutto perché è stato un riconoscimento per quanto mio padre ha fatto in tanti anni di professione”.

Ora, per Massimo, c’è poco tempo per festeggiare: “Il prossimo settembre farò il test di ammissione per continuare con la specializzazione. Si tratta di una prova a livello nazionale, per cui in base al punteggio che otterrò in graduatoria saprò dove continueranno i miei studi”, racconta. Nel frattempo sono tantissimi i messaggi di congratulazioni che il ragazzo sta ricevendo, tra cui quelli del del presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, che scrive sui social: “Ero amico del tuo papà – si legge nel post – Abbiamo bisogno di bravi nuovi medici, come lo è stato il tuo papà, che sono certo da lassù è orgoglioso di te. Buon lavoro, dottor Stella”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Cesare Sangiorgi morto, addio al vigile del fuoco d’Italia. Dalla strage di Bologna all’Irpinia fu precursore della Protezione civile

next
Articolo Successivo

Coronavirus, i dati – Calano i nuovi contagi: 188 nelle ultime 24 ore. 7 i morti. Continua il trend negativo dei tamponi

next