Tornano a calare i contagi da coronavirus in Italia. Nelle ultime ore, stando al bollettino diffuso dal ministero della Salute, sono stati registrati 188 nuovi casi, portando il totale dall’inizio dell’emergenza a 242.827. Le regioni più colpite restano l’Emilia Romagna (+47) e la Lombardia (+67). Quattro quelle a contagio zero: Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta e Molise. Diminuisce anche il numero dei nuovi decessi: sette in 24 ore, contro i 12 di ieri. Le vittime da Covid-19 nel nostro Paese arrivano quindi a 34.945. Non migliorano i dati sui tamponi. Il ministero della Salute riferisce che oggi ne sono stati effettuati 45.931, contro i circa 47mila di ieri. Un trend negativo che va avanti da giorni.

Per quanto riguarda la situazione negli ospedali, sono 826 le persone ricoverate con sintomi mentre 67 quelle in terapia intensiva. Un numero in aumento, dovuto al peggioramento del quadro clinico di due pazienti in Lombardia. “I dati di oggi si caratterizzano per un sensibile aumento delle persone guarite (+192 rispetto a ieri) e per il continuo calo dei ricoveri nei reparti dei nostri ospedali che attualmente ospitano 173 pazienti, 17 in meno di ieri”, ha dichiarato l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera. “L’aumento di due unità registrato nelle terapie intensive, 29 rispetto ai 27 posti letto Covid occupati ieri, è determinato – conclude – dall’aggravamento del quadro clinico di due pazienti, che risultano positivi al coronavirus ma che sono ricoverati per patologie diverse”. Per quanto riguarda i tamponi, in Lombardia ne sono stati effettuati 7.055 in 24 ore, portando il numero totale a 1.133.387.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ha perso il padre medico a causa del coronavirus, ora è un dottore in Medicina da 110 e lode: “Dedico a lui questo traguardo”

next
Articolo Successivo

Lancio di preservativi contro Adinolfi durante la presentazione del suo libro. Lui: “Siete fascisti”. VIDEO

next