“L’intesa è tecnica, sul piano politico abbiamo lavorato tanto e questo ci ha consentito di dedicare 4-5 ore ieri sera in Cdm all’esame e siccome abbiamo fatto alcune modifiche abbiamo bisogno di qualche giorno per la versione finale”. Lo ha il premier Giuseppe Conte nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi con cui ha presentato il decreto Semplificazioni approvato all’alba in Consiglio dei ministri. La gestazione del dl “posso acconsentire che sia stata sofferta, dolorosa – aggiunge – mi sembra esagerato. Abbiamo dovuto approfondire, verificare, interveniamo a tutto campo in tutti i settori della pubblica amministrazione e in molte procedure: è una rivoluzione, senza concessione all’enfasi. Un semplificazione mai fatta. Il fatto di aver dovuto far convergere quattro forze politiche e la sensibilità dei ministri io lo vedo come un risultato clamoroso. La consapevolezza da parte di tutti è stata la molla, c’è stato un grande senso di responsabilità per attraversare il guado per il rilancio. Io ho sempre detto, non possiamo ripristinare la normalità perché correre sotto la media Ue non possiamo consentircelo. Il risultato è molto buono, ringrazio i ministri e la maggioranza”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Davide Casaleggio ricevuto da Conte a Palazzo Chigi: “Abbiamo parlato anche di Regionali. Gli ho presentato il piano dell’associazione dedicata a mio padre”

next
Articolo Successivo

Decreto Semplificazioni, Conte: “Alziamo il limite di velocità dell’Italia e rafforziamo gli autovelox. Non offriamo spazio a criminalità”

next