“Guarda che bella mascherina made in Codogno. Bisogna usare il buon senso ma la gente chiede di poter vivere, lavorare, sperare, studiare, incassare, passeggiare”. Così Matteo Salvini ha commentato l’assembramento di alcune centinaia di persone che si è creato intorno al lui nella piazza principale e poi nell’area del mercato di Codogno, dove il leader della Lega si è spostato per tenere un comizio. Sul palco, l’ex ministro dell’Interno ha attaccato, come capita spesso in questi giorni, la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina. Secondo Salvini “deve dimettersi, non è degna di ricoprire quel ruolo”. Poi, dal palco, ha aggiunto, riferendosi alla scuola: “Basta parlare di plexiglas, mascherine e didattica a distanza”. Ad Agorà, su Rai3, ha ribadito che “mia figlia a scuola col plexiglas non la mando“. Le linee guida del governo, tuttavia, hanno escluso il ricorso ai divisori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Regionali Liguria, M5s: “Dopo i confronti con il centrosinistra, riteniamo che Massardo sia la scelta migliore”

next