Alta tensione ai palazzi ex Cirio di Mondragone, in provincia di Caserta, dove è in vigore la zona rossa decretata dalla Regione dopo l’emersione di un focolaio da Covid-19 che riguarda soprattutto cittadini bulgari, residenti in gran parte nel degradato complesso formato da cinque palazzi; 30 i casi positivi, tutti bulgari con un solo italiano. Ieri mattina alcuni inquilini italiani si sono lamentati accusando la comunità bulgara di responsabilità in ordine alla diffusione del contagio. Nelle immagini, alcuni cittadini lasciano l’area ex Cirio di notte per non dover sottostare alle regole imposte dalla zona rossa.

Video Facebook/Emilio Luongo

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bari, fuochi d’artificio illegali sul lungomare durante la movida: gli spari tra la folla a due passi dalle case

next
Articolo Successivo

Milano Marittima, ragazzo entra nell’auto della polizia locale: i vigili erano intervenuti per la movida. Il video pubblicato sui social

next