Dopo anni dalla fine del suo matrimonio con Brad Pitt, Angelina Jolie è tornata a parlarne, confessando per la prima volta i motivi che l’hanno portata a decidere di porre fine alle loro nozze. “Mi sono separata per il bene della mia famiglia, dei miei figli. È stata la decisione giusta e continuo a concentrarmi sul loro benessere”, ha rivelato l’attrice in un’intervista a British Vogue. “Alcuni hanno approfittato del mio silenzio e i bambini vedono bugie su se stessi nei media, ma io ricordo loro che conoscono la verità e se stessi”, ha spiegato.

L’attrice premio Oscar ha poi descritto i suoi figli come “sei giovani molto coraggiosi e molto forti”. Con Brad Pitt Angelina Jolie ha avuto Shiloh, 12 anni, e i gemelli Knox e Vivienne, 11 anni, ma lei era già mamma di Maddox, 18 anni, Pax, 16 anni e Zahara, 15 anni, che aveva adottato. “Con i miei figli adottivi non posso parlare di gravidanza, ma parlo con molti dettagli e tanto amore del viaggio fatto per trovarli e come è stato guardarli negli occhi per la prima volta”, ha spiegato.

Angelina Jolie e Brad Pitt si sono sposati nell’agosto del 2014 dopo 10 anni di fidanzamento. Nel 2016, Brad e Maddox presumibilmente hanno avuto una brutta discussione su un jet privato mentre si recavano a Los Angeles, il che ha portato Angelina a chiedere il divorzio a settembre di quell’anno. Nell’aprile 2019 i due sono tornati ad essere legalmente single mentre i sei figli vivono con la madre sebbene ci sia un accordo privato di affidamento congiunto.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tredicenne salva un uomo che sta soffocando per via di un boccone di traverso: aveva imparato le manovre dalla mamma e dalla sorella

next
Articolo Successivo

Nirvana, venduta a sei milioni di dollari la chitarra che Kurt Cobain suonò all’MTV Unplugged: è record

next