Se nella fase emergenziale servono solo soluzioni pratiche, il ripensamento della mobilità attiva e pubblica può essere invece una leva economica per la ripresa al pari degli sgravi fiscali sull’efficientamento energetico in edilizia. “Serve accelerare sugli investimenti programmati dal Mit per infrastrutture pubbliche: 3 miliardi di investimenti su metro e tranviarie, e 3,4 miliardi su nuovi autobus, con tempi molto più rapidi di erogazione”, spiega Anna Donati, esperta di mobilità sostenibile.

Per Stefano Caserini serve “trovare ulteriori risorse per la mobilità attiva, oltre che realizzare una grande campagna di comunicazione nazionale. Si tratta di prendersi cura della salute delle persone, migliorare le condizioni dei pendolari, incentivare il turismo slow, e rendere più belli i nostri paesi e le nostre città”.

C’è una mancanza di cultura della nuova mobilità urbana soprattutto ai vertici. “È l’amministratore pubblico che ha paura di cambiare, la mobilità è l’ambito dove scontenti sempre qualcuno”, chiosa tranchant Pinzuti.

Il mondo delle associazioni e della società civile chiede uno sforzo importante in questa direzione, che sia in grado di garantire una giusta transizione ai tanti lavoratori del settore trasporti colpiti dalla crisi, ma anche capace di guardare a nuove opportunità per il benessere di tutti. Se non ora quando?

INDIETRO

Mobilità sicura, l’auto non è l’unica risposta

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, attivisti dei Fridays For Future di nuovo in piazza: “In un anno tutto come prima. Qui con le bici per ricordare al sindaco gli impegni presi”

next
Articolo Successivo

Brindisi, “aria insalubre in città per colpa delle emissioni del petrolchimico”: il sindaco blocca l’impianto di Eni-Versalis

next