Sarebbe stato più facile riaprire le scuole, ma abbiamo agito con prudenza”. Lo ha detto la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, nel corso di una conferenza stampa in merito alle ordinanze sugli esami di Stato del primo e del secondo ciclo e sulla valutazione finale delle studentesse e degli studenti. Presenti anche il dottor Agostino Miozzo e il professore Alberto Villani per illustrare il documento del Comitato tecnico-scientifico sullo svolgimento degli esami di Stato del secondo ciclo in presenza. “Tenere le scuole chiuse – ha aggiunto la ministra – ci ha permesso di salvare vite umane, ha evitato il dilagare del contagio”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, decreto quadro approvato nella notte: dal 18 spostamenti senza vincoli in Regione. Libera circolazione in tutta Italia dal 3 giugno

next
Articolo Successivo

Porro al sindaco di Forte dei Marmi: “Chiudi ai turisti? Chi cazzo ti paga lo stipendio?”. Il primo cittadino: “Lo dono da 3 anni a famiglie in crisi”

next