La ripartenza della Serie A è “indispensabile”. Parola di Claudio Lotito. Il presidente della Lazio, in lotta per la conquista dello scudetto, torna alla carica e in un’intervista al Tgr Lazio di Rai3 si spende nuovamente per far ricominciare il campionato, fermato dall’emergenza coronavirus.

“Il calcio ha una grandissima valenza sociale ed è anche la storia di noi romani, ‘panem et circenses’ -osserva ricordando il detto latino – Dovrebbe essere un motivo in più per riflettere sulle scelte da fare”. Il numero uno del club biancoceleste, attivismo in Lega Serie A per scendere in campo, continua: “Bisogna essere consapevoli dei rischi reali della situazione del calcio italiano. Ma molti parlano senza cognizione di causa”.

Il calcio, afferma, è “una grande industria, produce un gettito di 1,2 miliardi per l’erario”. E se collassasse il pallone italiano, continua, il meccanismo dello sport salterebbe: “Si pensi solo alla mutualità che riverbera negli altri sport”, ricorda.

Ancora negli scorsi giorni, il Consiglio della Lega Serie A è tornato a chiedere che il governo preveda la possibilità di ripartire e si è schierato all’unanimità, vincendo le resistenze di Massimo Cellino e Urbano Cairo, per il via agli allenamenti già dal 4 maggio. L’esecutivo – sia con il ministro dello Sport Spadafora che con il viceministro della Salute Sileri – ha nuovamente ribadito che bisognerà essere prudenti nelle scelte, allontanando un via libera in tempi brevi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ti ricordi… Juan Barbas detto “Beto” e la doppietta che salvò il Lecce di Mazzone (per la seconda volta) nel giorno della Fatal Verona

next
Articolo Successivo

Coronavirus, gare a porte chiuse? La soluzione del Barcellona contro l’horror vacui: cori dei tifosi registrati e diffusi dagli altoparlanti

next