Il coronavirus ha fatto altri 433 morti in 24 ore ma la curva del contagio scende ancora: per la seconda volta in pochi giorni l’incremento dei casi è sotto i due punti percentuali. Nel dettaglio il 19 aprile il trend si ferma all’1,73%. Ieri era al 2,2%, l’altro ieri al 2,06%, giovedì al 2,29%. Una fase più o meno stabile, che gli spiecialisti chiamano plateau, cioè un intervallo pianeggiante in cui la crescita decelera ma non entra ancora nettamente in fase regressiva.

Meno pressione negli ospedali – Con i 3.047 nuovi casi il totale delle persone che hanno contratto il virus è 178.972. Attualmente i positivi sono 108.257, con un incremento di 486 assistiti rispetto a ieri. Un dato, quest’ultimo, che si è dimezzato in 24 ore: sabato i nuovi positivi erano 809. Con le nuove 433 vittime, invece, il totale dei morti sale a 23.660. Il numero complessivo dei dimessi e guariti arriva a 47.055, con 2.128 persone che hanno sconfitto il virus nelle ultime 24 ore. Continua a scendere la pressione negli ospedali: tra gli attualmente positivi 2.635 sono ricoverati in Rianimazione, con una decrescita di 98 pazienti rispetto a ieri. Di questi, 922 sono in Lombardia, 25 in meno rispetto a ieri. In reparti diversi dalla Terapia Intensiva sono ricoverate 25.033 persone, con un incremento di 26 pazienti rispetto a sabato. Il 74% dei malati, pari a 80.589 persone, è in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. In totale sono stati fatti 1.356.541 tamponi complessivi, 50.708 più di ieri. Quasi 645mila sono stati effettuati in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.

In Lombardia altri 163 morti e 855 contagi – Nella regione più colpita i morti dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono complessivamente 12.213, +163 nelle ultime 24 ore. Sale ancora il numero dei contagi: sono complessivamente 66.236, 855 in più rispetto a ieri. Contagi ancora in crescita a Milano e provincia, e a Brescia, con rialzi a tre cifre, mentre sembrano frenare i casi all’interno del resto della Lombardia. In particolare in provincia di Milano i casi sono 15.825 (+279) a Milano città sono 6.549 (+128), mentre nell’area Bresciana sono 11.946 (+188).

I dati Regione per Regione – Per quanto riguarda le varie Regioni si segnala il Piemonte, che ha un incremento di 593 casi totali (compresi guariti e morti), con un trend che cresce del 2,9% e un totale di 21.057 casi. Ieri lo stesso dato era cresciuto di 661 persone. Anche la Liguria e la Puglia hanno una crescita del contagio superiore alla media, col 3,6% e 3,5%. Per il resto guida sempre la Lombardia con 66.236 casi (+855 e il trend +1,3%; ieri erano stati +1.246). Le altre regioni, invece sono: l’Emilia-Romagna 22.560 (+376, +1,7%; ieri erano stati +350), il Veneto 15.935 (+243, +1,5%; ieri erano stati +318), le Marche 5.769 (+48, +0,8%; ieri erano stati +53), Liguria 6.528 (+227, +3,6%; ieri erano stati +113), la Campania 4.029 (+41, +1%; ieri erano stati +37), Toscana 8.372 (+135, +1,6%; ieri erano stati +127), Sicilia 2.717 (+45, +1,7%; ieri erano stati +47), Lazio 5.755 (+87, +1,5%; ieri erano stati +144), Friuli-Venezia Giulia 2.745 (+14, +0,5%; ieri erano stati +56), Abruzzo 2.521 (+34, +1,4%; ieri erano stati +44), Puglia 3.529 (+120, +3,5%; ieri erano stati +82), Umbria 1.348 (+4, +0,3%; ieri erano stati +7), Bolzano 2.380 (+55, +2,4%; ieri erano stati +29), Calabria 1.035 (+24, +2,4%; ieri erano stati +20), Sardegna 1.215 (+17, +1,4%; ieri erano stati +20), Valle d’Aosta 1.088 (+ 15, +1,4%; ieri erano stati +80), Trento 3.532 (+101, +2,9%; ieri erano stati +55), Molise 279 (+10, +3,7%; ieri erano stati 0), Basilicata 342 (+3, +0,8%; ieri erano stati +2).

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Salvini contro Ricciardi che retwitta video di Trump “pungiball”: “Il governo lo cacci”

next
Articolo Successivo

Torino, caos in strada e tafferugli tra antagonisti e polizia: anarchici contro gli agenti dopo due arresti per rapina. Sette feriti

next