Nonostante la limitazione dei contatti imposta dal governo, continuava a ricevere a casa il suo personal trainer per allenarsi. Per questo motivo Fabrizio Corona è stato diffidato dal Tribunale di Sorveglianza di Milano. Lo ha reso noto la Questura di Milano. Multato anche l’allenatore. Nella diffida gli viene intimato il rispetto delle regole sul distanziamento sociale previste dai provvedimenti per arginare la diffusione del coronavirus: “Nei giorni scorsi – spiega la Polizia di Stato – è stato accertato che lo stesso, nonostante fosse sottoposto alla detenzione domiciliare, ha più volte ricevuto il suo personal trainer, che è stato rintracciato nei pressi della sua abitazione e, per questo, multato per aver violato il divieto di spostamenti in assenza di comprovate necessità”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maeve Kennedy, dispersa in mare la nipote di Robert F. Kennedy: scomparso con lei il figlio di 8 anni

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Maria Sharapova “regala” il proprio numero di cellulare ai fan: “Mandatemi i vostri messaggi, risponderò a tutti”

next