Oltre 90mila contagi e 10mila morti. Crescono i numeri dei positivi e dei decessi a causa del coronavirus, ma la pandemia avanza un po’ più lentamente rispetto a ieri. In totale, stando ai dati della Protezione Civile, in Italia ci sono 92.472 casi (+5.794 rispetto a venerdì) e sono morte 10.023 persone (+889). I guariti sono 12.384, di cui 1.434 in un giorno, e in terapia intensiva si trovano 3.856 pazienti. Sono attualmente ammalate 70.065 persone. La crescita percentuale nelle ultime 24 ore è stata del 6,90%, mentre venerdì era del 7,39.

La Lombardia rallentano nuovi contagi – In Lombardia si registrano 2.117 nuovi casi accertati e 542 decessi nelle ultime 24 ore. Dall’inizio della pandemia, lo scorso 20 febbraio, le persone che hanno contratto il Covid-19 diventano quindi 39.455, mentre i morti sono 5.944. Il tasso di crescita è del 5,67%, più basso del 6,9 fatto registrare venerdì. I ricoverati sono 11.142, solo 15 in più di ieri. In terapia intensiva si trovano 1.319, ovvero 27 pazienti in più di ieri, mentre sono state dimesse 961 persone che portano a circa 9mila le persone guarite.

I dati dalle province della regione più colpita – Nel Bergamasco i casi sono 8.349 (+289, ieri l’aumento era stato di 602), in provincia Brescia 7.678 (+373), in quella di Cremona 3.605, nel Lecchese 1.316. La provincia di Milano fa registrare 314 nuovi contagi che portano il totale a 7.783. Di questi 3.159 sono nella città capoluogo, che registra 150 casi in più (+4,99%). A Codogno, il primo focolaio, si registrano solo 2 nuovi positivi.

Le altre regioni – Oltre alla Lombardia, che percentualmente cresce meno della media nazionale, anche le altre regioni colpite per prime dalla pandemia sembrano rallentare. L’Emilia-Romagna raggiunge i 12.383 casi (+6,86), il Veneto tocca quota 7.930 (+5,77) e le Marche arrivano a 3.373 (5,5). Meno di 200 nuovi casi in Liguria (2.822, +4,67). Maggiori incrementi rispetto al trend nazionale si registrano in Piemonte (7.671, +8,16%) e Toscana (3.817, +10,6). Crescita sostenuta ma su numeri più piccoli al Sud: la Campania tocca i 1.592 contagiati (+9,49%), la Puglia ne conta 1.458 (+9,2) e la Sicilia 1.359 (8,72). Crescita a due cifre ma su un numero di casi totali più contenuti in Abruzzo (1.133, +11,4%), Valle d’Aosta (511, +13,05), Sardegna (624, +17,73), Calabria (555, +12,3), Basilicata (182, +20,5) e Molise (123, 12,8%). Nel Lazio ci contano 2.505 casi (+9,1), in Friuli Venezia Giulia sono 1.436 (+9,03), l’Umbria ha 969 contagiati (+9,61). Le province autonome di Trento e Bolzano ne contano rispettivamente 1.505 (+8) e 1.109 (10,5).

Borrelli: “Riaprire? Attenta riflessione” – Il bollettino quotidiano della Protezione Civile è stato diramato dal capo Angelo Borrelli, tornato operativo dopo aver accusato sintomi influenzali. Il numero uno del Dipartimento è tornato sull’invito di Matteo Renzi a una riapertura di fabbriche e scuole tra l’inizio di aprile e il 4 maggio, bocciato dagli scienziati: “Credo ci debba essere un’attenta riflessione”, ha spiegato chiarendo che “il Paese è fermo e c’è l’esigenza di assicurare un minimo di operatività e di vita per la stessa sopravvivenza di tutti”. Ma, ha sottolineato, “credo che presto saranno prese ulteriori decisioni, siamo vicini alla fatidica data del nuovo decreto”, il 3 aprile, e il governo “prenderà delle decisioni sulla base delle indicazioni del Comitato tecnico- scientifico”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, gli aggiornamenti in Lombardia: la diretta con l’assessore Giulio Gallera

next
Articolo Successivo

Coronavirus, il Vaticano conferma: “Non ci sono altri positivi a Casa Santa Marta”

next