“Il virus è arrivato mentre in Italia si stava smantellando il servizio sanitario nazionale. Solo in Lombardia, dagli anni ’90 a oggi, è stato tagliato quasi il 50% dei posti letto. È cresciuto il privato, ma loro preferiscono non avere pronti soccorso o reparti di rianimazione perché guadagnano pochissimo”. Lo ha detto Vittorio Agnoletto, medico, storico volto no global e oggi docente all’Università di Milano, ospite negli studi di Sono le Venti, la nuova trasmissione di Peter Gomez in onda dal lunedì al venerdì, alle 19.55 sul NOVE.

SONO LE VENTI, il nuovo programma di Peter Gomez, è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play) e su sito www.iloft.it e app di Loft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, tre buste esplosive in poche ore: ferite tre donne. Non sono in gravi condizioni

next
Articolo Successivo

Pio XII, è scontro sulle carte desecretate. Vaticano: “Aiutò gli ebrei”. Il rabbino di Roma: “Non volle fermare treno con mille deportati”

next