Il primo film che ha prodotto è diventato il caso cinematografico di quegli anni: Paolo Guerra, produttore teatrale e cinematografico, è morto a Modena a 71 anni, dopo una breve e fulminante malattia. Il suo nome si lega a quello dei film di Aldo Giovanni e Giacomo, che iniziò a produrre nel 1997 con “Tre uomini e una gamba”, insieme a Massimo Venier. Fondatore della casa di produzione e management Agidi, negli anni ha collaborato con decine di artisti come Sabina Guzzanti, Marina Massironi, Debora Villa, ma anche Lella Costa, Cochi e Renato, Beppe Battiston, e Luca Zingaretti.

Nato a Modena nel 1949, si è laureato nel 1976 in Economia e Commercio, ma il suo vero amore è sempre stata la musica dal vivo, sia come esecutore che come coordinatore di iniziative, collaborando con uno degli enti allora più attivi, l’Arci. Nel 1981 ha fatto del suo hobby un mestiere fondando a Modena la Agidi, con l’obiettivo di produrre e distribuire spettacoli. Nel 1997 inizia l’attività di produttore con “Tre uomini e una gamba”, film che si rivela un successo: 45 miliardi di lire di incasso e la candidatura ai David di Donatello come miglior opera prima. Il sodalizio con il trio comico è continuato negli anni: nel 2008 esce “Il cosmo sul comò“, nel 2010 “La banda dei Babbi Natale” premiato col biglietto d’oro dell’Associazione Nazionale Esercenti Cinema. Nel 2014 “Il ricco, il povero e il maggiordomo” il film più visto delle festività natalizie, e, nel 2016 “Fuga da Reuma Park”, una riflessione sul trascorrere del tempo anche per chi lavora sulla comicità. Nel 2018 Guerra produce “Scappo a casa”, interpretato da Aldo Baglio (affiancato dal francese Jacky Ido) per un suo progetto personale, film in parte girato all’estero e ricco di tematiche attuali, mentre è attualmente in sala la nuova opera del “trio”: “Odio l’estate”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Festival di Sanremo 2020, la rivelazione di Giovanna Civitillo in diretta: “Il sesso con Amadeus? Stendiamo un velo pietoso”

next
Articolo Successivo

Festival di Sanremo 2020, Paolo Palumbo a Storie Italiane: “A Sanremo non è stato solo un sogno, ho trasmesso il mio amore per la vita”

next