Polemica accesa a Dimartedì (La7) tra il direttore dell’Espresso, Marco Damilano, e il direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti. Il primo ricorda: “Silvio Berlusconi, da presidente del Consiglio, si è rifiutato di festeggiare il 25 aprile. Lo fece solo a Onna nel 2009, alcuni giorni dopo il sisma in Abruzzo: si presentò sul palco col fazzoletto al collo e fu considerata una notizia. È come se il presidente francese festeggiasse il 14 luglio e questo venisse considerato una notizia”.

Insorge Sallusti: “Stai dicendo una fake news. Non so se sia vero o no, perché non c’ero, ma il presidente Berlusconi si vanta di essere stato addirittura un partigiano”.
Ah sì? A 9 anni Berlusconi, che è nato nel 1936, era sulle montagne”, commenta Damilano.

Sallusti ribatte affermando che la famiglia di Berlusconi scappò da Milano e ribadisce: “Stai dicendo cazzate”.
E Damilano chiosa: “Stasera Sallusti ci ha dato due notizie: Berlusconi era partigiano a 8-9 anni e non è vero che la Resistenza era una cosa tutta di comunisti. Grazie Sallusti”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

La7, Senaldi a Gratteri: “Non entrerei mai in politica per paura della magistratura”. “Ma lei ha un problema allora. Vive male così”

next
Articolo Successivo

Prescrizione, Carfagna su La7: “Italiani favorevoli allo stop? Colpa delle fake news sui social”. E difende Berlusconi su leggi ad personam

next