Polemica accesa a Dimartedì (La7) tra il direttore dell’Espresso, Marco Damilano, e il direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti. Il primo ricorda: “Silvio Berlusconi, da presidente del Consiglio, si è rifiutato di festeggiare il 25 aprile. Lo fece solo a Onna nel 2009, alcuni giorni dopo il sisma in Abruzzo: si presentò sul palco col fazzoletto al collo e fu considerata una notizia. È come se il presidente francese festeggiasse il 14 luglio e questo venisse considerato una notizia”.

Insorge Sallusti: “Stai dicendo una fake news. Non so se sia vero o no, perché non c’ero, ma il presidente Berlusconi si vanta di essere stato addirittura un partigiano”.
Ah sì? A 9 anni Berlusconi, che è nato nel 1936, era sulle montagne”, commenta Damilano.

Sallusti ribatte affermando che la famiglia di Berlusconi scappò da Milano e ribadisce: “Stai dicendo cazzate”.
E Damilano chiosa: “Stasera Sallusti ci ha dato due notizie: Berlusconi era partigiano a 8-9 anni e non è vero che la Resistenza era una cosa tutta di comunisti. Grazie Sallusti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

La7, Senaldi a Gratteri: “Non entrerei mai in politica per paura della magistratura”. “Ma lei ha un problema allora. Vive male così”

next
Articolo Successivo

Prescrizione, Carfagna su La7: “Italiani favorevoli allo stop? Colpa delle fake news sui social”. E difende Berlusconi su leggi ad personam

next