“Chiediamo la stabilizzazione dei 654 precari di Anpal Servizi, ci aspettavamo delle reazioni coerenti da parte dell’azienda. Ci è stato più volte chiesto di lavorare in maniera precaria. Il 5 febbraio saremo sotto al suo Ministero”. Così le operatrici di Anpal che, a Milano, hanno prima letto,poi consegnato una lettera di protesta alla ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, a margine della presentazione del libro Basta Salari da Fame! di Marta e Simone Fana. “Avete la mia attenzione” ha risposto la ministra, che ha preso con sé la copia della lettera, promettendo di rimanere in contatto coi lavoratori in vista della manifestazione di febbraio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Catalfo (ministra Lavoro): “Salario minimo orario è nostro obiettivo”. La ricercatrice Fana: “Risultato? Redditi più alti per tutti”

next
Articolo Successivo

Sicilia, autotrasportatori annunciano il blocco dei porti per 5 giorni a febbraio. La richiesta di un tavolo dopo i rincari dei noli marittimi

next