Sono sette le perquisizioni domiciliari effettuate la mattina di giovedì dalla Polizia nell’ambito dell’ incendio doloso appiccato lo scorso Capodanno in via Gola, a Milano, durante il quale i vigili del fuoco intervenuti vennero intimiditi e aggrediti. Gli indagati, al momento, sono nove, mentre le persone identificate dalla questura, tutti frequentatori della zona, sono state dieci. Perquisiti quattro adulti e tre minorenni. Le abitazioni si trovano in via Pichi, via Gola, via Ascanio Sforza, via Ripamonti e via Martiri di Cefalonia. Quella in via Gola e due di quelle in via Pichi erano occupate abusivamente. Due dei tre minorenni appartengono alla band ‘latinos’ che suonava alla festa poi degenerata nell’incendio. Le accuse, a vario titolo, sono di incendio doloso, resistenza a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio e furto aggravato per aver preso le chiavi di accensione del mezzo dei pompieri.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Foggia, bomba esplosa davanti a un centro anziani: il responsabile delle risorse umane aveva già subito attentato

next
Articolo Successivo

Decreto sisma, c’è un buco: rimozione delle macerie bloccata. Conte assicura soluzione in Milleproroghe. Le aziende: “Troppo tardi”

next