A meno di una settimana dalla sua espulsione, il senatore Gianluigi Paragone mostra sui social la lettera firmata dal capogruppo Gianluca Perilli, che decreta l’allontanamento dal Movimento 5 stelle. Quella che lui stesso definisce “il cartellino rosso”: “Non potrò più sedere sui banchi del Movimento 5 stelle”. In un video pubblicato sul suo profilo Facebook, Paragone sventola e legge il codice etico, e spiega poi che “ci sarebbe la possibilità di chiedere agli iscritti cosa ne pensano dell’espulsione”. Per questo alla fine si rivolge direttamente al capo politico Di Maio: “Ti sfido, metti la ratifica della mia espulsione su Rousseau se hai il coraggio”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili