“Mi raccomando il 31 tutti ad ascoltare il discorso del capo dello Stato”. Matteo Salvini è sul palco della Bèrghem Frècc, la festa della Lega di Albino, in provincia di Bergamo. E alla fine del suo intervento si rivolge ai propri sostenitori citando il tradizionale messaggio ai cittadini del presidente della Repubblica. Contro Sergio Mattarella, tuttavia, si alzano subito fischi e buu. “Mi si rompe la televisione” urla una signora. “Screanzati” sembra ironizzare il leader del Carroccio, “uno ascolta e poi riflette. Io sono curioso di natura”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Casaleggio: “Falso che siamo società lobbying e Moby mai favorita dal M5s. Per il piano Innovazione ho dato mio contributo gratis”

next
Articolo Successivo

Concessionari autostradali, Confindustria contro la legge che punisce gli inadempienti: “Minata fiducia nei privati nello Stato”

next