Due persone del gruppo ospedaliero San Donato sono state arrestate nell’ambito di un’indagine per truffa aggravata alla Regione Lombardia per la quale il pm Paolo Storari ha denunciato otto case farmaceutiche (Mylan spa, Pfizer spa, Roche spa, Novartis spa, Abbvie srl, Biogen srl, Medac Pharma srl, Viiv Healtcare srl). E lo stesso gruppo ospedaliero ha restituito alla Regione 10 milioni di euro.

Ne dà notizia il Corriere della Sera, che spiega: “Le case farmaceutiche vendevano a 9 ospedali lombardi del Gruppo San Donato farmaci a un prezzo (peraltro più alto di quello di mercato) che poi il gruppo si faceva legittimamente rimborsare dalla Regione: salvo il piccolo dettaglio di tacere alla Regione che le case farmaceutiche avessero intanto emesso note di credito con cui a posteriori riconoscevano agli ospedali uno sconto sul prezzo. Il risultato finale? Che la Regione e i contribuenti avrebbero pagato invece il prezzo pieno.

Ad essere arrestati su ordine del gip Roberto Crepaldi sono un capo ufficio acquisti e un consulente del Gruppo ospedaliero nell’ambito dell’inchiesta, che “ha anche spinto il Gruppo San Donato a precipitarsi a restituire alla regione (rappresentata dall’avvocato Antonella Forloni) ben 10 milioni di euro. ‘Anche per ricostituire un rapporto di correttezza con l’istituzione’ motiva l’avvocato del gruppo, Marco de Luca”.

Aggiornato da redazione il 13 dicembre alle 15.41

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Corte costituzionale, la prima volta di una donna presidente: eletta Marta Cartabia. “Si è rotto un vetro di cristallo”

next
Articolo Successivo

Viadotto A6, la Finanza nelle sedi di Autostrade dei Fiori e della Sina (gruppo Gavio)

next