Cento chili di spazzatura all’interno dello stomaco, tra cui sacchetti di plastica, reti, corde e bicchieri. Un capodoglio è stato trovato sulla spiaggia di Luskentyre, isola di Harris, Scozia. “Tutto il materiale componeva una palla di rifiuti” hanno detto i ricercatori dello Scottish Mareine Animal Standing Scheme, “che probabilmente ha ostruito la digestione e il funzionamento dell’intestino. Ciò dimostra, ancora una volta, cosa può provocare l’inquinamento dei mari”.

Video Facebook/Scottish Mareine Animal Standing Scheme

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Clima, Italia al sesto posto al mondo per numero di vittime. Agenzia europea ambiente: a rischio obiettivi fissati per il 2030

next
Articolo Successivo

Clima, al via la Conferenza di Madrid. Tuttavia su questi temi anche la Spagna è in seria difficoltà

next