Nel monologo introduttivo della sesta puntata di “Accordi&Disaccordi”, il talk show politico condotto da Andrea Scanzi e Luca Sommi con la partecipazione fissa di Marco Travaglio, in onda su Nove tutti i venerdì alle 22.45, il giornalista toscano ha commentato la diretta Facebook, in cui il leader della Lega Matteo Salvini, ritwittato dal sindaco di Roma Virginia Raggi, sembra parlare da solo. “E poi c’è Salvini. Fortunatamente uno o una ha ripreso il momento della diretta e la sindaca di Roma Virginia Raggi lo ha fatto vedere a tutti noi: Salvini, sulle scalinate del Campidoglio che parla da solo – ha raccontato Scanzi – Sotto di lui, ai suoi piedi c’è un’aiuola, credo l’aiuola più triste del mondo con i fiori che si sono suicidati appena hanno visto Salvini. Lui vestito come una sorta di Corrado Guzzanti quando prendeva in giro Bertinotti, non si capisce perché si sia messo in testa di vestirsi di fustagno e parlava da solo, gesticolava, la cosa straordinaria era che le persone passavano, lo guardavano come si guarda un mezzo matto – che cazzo fa questo che parla da solo? – e poi andavano via dritti, ce ne fosse stato uno che l’ha riconosciuto. Infatti, vedi Salvini che si guarda intorno come a dire: ‘Ma nessuno mi saluta?’. No, e se ne va mestamente a testa bassa come un Orfini qualsiasi. Io devo dire che osservando quell’immagine, ho avuto una folgorazione perché guardando Salvini che parlava da solo gesticolando, ho pensato: ‘Questa è la scena della politica italiana oggi: politici che parlano, parlano, parlano e non dicono assolutamente niente'”.

“Accordi&Disaccordi” è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9. Segui @aedtalkshow su Facebook, Twitter e Instagram.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Accordi&Disaccordi (Nove), Travaglio: “Le cause di Renzi? Temo per lui: porta sfiga querelare chi scrive la verità”

prev
Articolo Successivo

La Confessione (Nove), Peter Gomez intervista in esclusiva Fedez: giovedì 5 dicembre alle 21.25

next