“Inizialmente la plastic tax era prevista al primo gennaio.Ho chiesto esplicitamente che fosse traslata almeno di sei mesi e visto che comunque incide probabilmente in modo troppo rapido sul nostro sistema produttivo la rimoduliamo per allungarla nel tempo e limitarne l’introduzione nel primo periodo ad alcuni specifici prodotti che sono fortemente impattanti sull’ambiente e che riguardano per esempio le plastiche non riciclabili”. A dirlo il ministro allo Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, in commissione Industria al Senato. Che precisa: “Ma la direzione intrapresa è questa. Non possiamo accogliere Greta Thunberg e condannare l’isola di plastica nell’Oceano Pacifico e allo stesso tempo lamentarci della plastic tax”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

A New York arrivano le ‘sardine atlantiche’. E anche nella Grande Mela qualcosa è cambiato

next
Articolo Successivo

Fondazione Open, Di Maio: “Commissione sui fondi ai partiti nel contratto di governo”. Iv: “Disponibili, ma vogliamo sapere tutto di tutti”

next