“C’è un lavoro tecnico che si sta facendo, che cercheremo anche di accelerare. Poi c’è un fronte invece che riguarda la magistratura, delle indagini, delle responsabilità. Sono emerse nelle ultime ore delle cose che sono per me evidentemente inaccettabili perché il tema della sicurezza per noi è prioritario”. Così la ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture, Paola De Micheli, al Forum Ansa, in riferimento alle concessioni di Autostrade per l’Italia e alle notizie sul fatto che Aspi e Atlantia fossero a conoscenza di un “rischio crollo” del ponte Morandi già dal 2014.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Silvio Berlusconi, caduta durante i selfie al congresso del Ppe a Zagabria: ricoverato in clinica a Milano. “Solo una contusione”

prev
Articolo Successivo

Le Sardine? L’ennesimo ritorno del carnevale continuo. E ora datemi del gufo

next