“C’è un lavoro tecnico che si sta facendo, che cercheremo anche di accelerare. Poi c’è un fronte invece che riguarda la magistratura, delle indagini, delle responsabilità. Sono emerse nelle ultime ore delle cose che sono per me evidentemente inaccettabili perché il tema della sicurezza per noi è prioritario”. Così la ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture, Paola De Micheli, al Forum Ansa, in riferimento alle concessioni di Autostrade per l’Italia e alle notizie sul fatto che Aspi e Atlantia fossero a conoscenza di un “rischio crollo” del ponte Morandi già dal 2014.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Silvio Berlusconi, caduta durante i selfie al congresso del Ppe a Zagabria: ricoverato in clinica a Milano. “Solo una contusione”

next
Articolo Successivo

Le Sardine? L’ennesimo ritorno del carnevale continuo. E ora datemi del gufo

next