Un choc settico l’ha colpita dopo essere stata graffiata dal suo gatto siamese. È quanto accaduto a una 65enne del Regno Unito: Shirley è stata graffiata su una mano e al momento ha pensato che non si trattasse di niente di grave. La ferita però è peggiorata molto nelle ore successive: la donna ha contratto quella che viene chiamata fascite necrotizzante, una forma particolare e rara di infezione degli stati profondi della pelle e dei tessuti sottocutanei, che si espande rapidamente attraverso la componente molle del tessuto connettivo. I batteri che portano questo tipo di infezione vengono spesso chiamati batteri mangia-carne. Shirley, secondo quanto riportato dai media britannici, ha visto le sue condizioni precipitare e quando è andata in ospedale è stata messa in terapia intensiva: uno choc settico aveva colpito anche il cuore e i polmoni. Ora la donna è fuori pericolo ma ha dichiarato che non riuscirà più a prendersi cura dell’animale: sarà la figlia a occuparsi di lui.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cascate del Niagara, la nave è incagliata a un passo dal baratro da 101 anni: il maltempo la spinge via

prev
Articolo Successivo

Sfida un amico a chi mangia più uova: dopo averne mangiate 42 si ritrova accasciato al suolo

next