Sarà Fabio Grosso a subentrare a Eugenio Corini sulla panchina del Brescia. Il campione del mondo ha rescisso consensualmente il proprio contratto con l’Hellas Verona, dopo l’esonero del maggio scorso, per accettare la proposta del presidente Massimo Cellino. Dopo aver pranzato a Milano con il proprio agente Beppe Riso, riporta la Gazzetta, l’allenatore è partito per Brescia dove nel pomeriggio firmerà il contratto che lo legherà alla società lombarda: accordo a breve termine, visto che la scadenza sarà fissata a giugno, con opzione di rinnovo per la prossima stagione.

Dopo aver toccato i playoff con il Bari, nello scorso campionato Grosso è stato esonerato dall’Hellas. Quella che sta cominciare con le Rondinelle è quindi la sua prima esperienza in Serie A. Nei giorni scorsi ha avuto più di un colloquio con Cellino che, alla fine, lo ha preferito a Diego Lopez, ora al Penarol.

Quella bresciana è la quinta panchina a cambiare a campionato in corso, dopo gli esoneri in casa Genoa, Sampdoria, Udinese e Milan.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cori razzisti a Balotelli, il ministro Spadafora: “Società minimizzano troppo spesso. L’Hellas Verona condanni e prenda provvedimenti”

next
Articolo Successivo

Hellas Verona, il capo ultras: “Balotelli non potrà mai essere del tutto italiano”. Salvini: “Un operaio Ilva vale più di dieci Mario”

next