L’attore e regista romano Giorgio Tirabassi è stato colpito da malore – un infarto, stando ai media locali – e si trova ricoverato all’ospedale di Avezzano, in Abruzzo. Il Corriere della Sera riferisce che è stato sottoposto ad angioplastica, e fonti sanitarie definiscono la situazione sotto controllo. Sempre secondo le stesse fonti l’attore non corre pericolo di vita e resta in osservazione . Tirabassi, 59 anni, si trovava al Centro Congressi di Civitella Alfedena, in provincia dell’Aquila, dove avrebbe dovuto partecipare alla presentazione del suo primo film da regista, Il grande salto: al momento del malore è stato soccorso da un medico in sala e poi trasportato all’ospedale di Avezzano da un’ambulanza proveniente da Castel di Sangro.

Il grande salto, prodotto da Medusa, è stato scritto dallo stesso Tirabassi con la sceneggiatura tra gli altri di Mattia Torre, lo sceneggiatore e commediografo scomparso a luglio, autore tra le altre cose di Boris e La linea verticale. Nel film di Tirabassi i protagonisti sono tutti suoi amici, a partire da Ricky Memphis (che come lui ha ricevuto la grande notorietà con Distretto di polizia), Roberta Mattei, Gianfelice Imparato e Paola Tiziana Cruciani, oltre ai camei di Marco Giallini, Valerio Mastandrea e Pasquale Petrolo (Lillo).

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ulisse vs Tu si que vales, la scettro del sabato sera è per lo show di Canale 5. Convince la new entry Sabrina Ferilli, al posto di Iva Zanicchi

next
Articolo Successivo

Morta Elda Lanza, fu la prima presentatrice: pioniera della Rai e della cucina in televisione. “Il termine l’hanno inventato per me”

next