Ha approfittato dell’assenza momentanea dei dipendenti della biblioteca per avvicinarsi a due minorenni e molestare più volte una di loro. È quanto successo – secondo la ricostruzione dei carabinieri – nel tardo pomeriggio di venerdì ad Assago, alle porte di Milano. Protagonista un 50enne con precedenti specifici.

Stando all’indagine dei militari dell’Arma due ragazzine, entrambe di 13 anni, si sono alzate dal loro posto di studio nella biblioteca comunale per chiedere un’informazione al banco della struttura. A sua volta un uomo, sui 50 anni, accortosi dell’assenza dei bibliotecari si è alzato e, non vedendo nessuno, ha molestato ripetutamente una delle due.

Le ragazze sono riuscite poi a scappate fuori dall’edificio e a mettersi in contatto con la madre di una delle due che ha allertato subito i carabinieri che, arrivati sul posto, hanno trovato l’uomo ancora seduto al suo posto che guardava sul proprio computer un film porno utilizzando la rete wi-fi della biblioteca. Il 50enne è quindi stato arrestato.

Secondo gli investigatori, coordinati dal tenente Armando Laviola, l’uomo nel 2005 era stato già condannato per un altro caso di violenza sessuale. Ora si indaga se ci sono stati altri episodi simili nella biblioteca di Assago.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Capitano Ultimo, il Tar del Lazio blocca la revoca della scorta richiesta dal Viminale

prev
Articolo Successivo

Milano, 18enne denuncia stupro mentre rientra nel campus universitario di Rozzano

next