Un fondo di 90 milioni da destinare ad associazioni che si occupano di assistenza agli anziani e agli ultimi, per combattere il loro disagio in tutte le sue forme. È quanto ha lasciato Livio Garzanti, scrittore ed editore scomparso 4 anni fa a Milano, nelle sue volontà testamentarie. Garzanti ha lasciato disposizioni precise al professor Mario Cera, presidente della Fondazione Ravasi Garzanti, che si sta occupando della sua eredità che comprendeva la sede della storica casa editrice in via della Spiga a Milano. Completata la vendita dell’edificio, ora si darà attuazione alle volontà dell’editore. I 90 milioni sono conservati in un fondo chiamato ‘Societas Societatum‘, di cui Cera è presidente. “Pensiamo di volare alto e costituire un centro di riferimento in questo settore a livello nazionale”, ha dichiarato Cera, durante la serata organizzata ieri, giovedì 3 ottobre, a Milano per presentare i progetti resi possibili dalla devoluzione del ricavato della vendita del palazzo. All’evento hanno partecipato diversi esponenti del mondo del’associazionismo milanese, a cui l’editore milanese era vicino e che hanno beneficiato delle donazioni. Fra di loro Emergency, Naga, Vidas, Gruppo Abele e la Comunità Ebraica

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Londra, medici vogliono staccare ventilazione a bimba. Giudici: “Non deve morire”. Verrà in Italia

next
Articolo Successivo

Commenti sessisti contro una consigliera, l’hater lavorerà in un maso di montagna

next