Presto WhatsApp avrà una nuova funzione che permetterà di cancellare automaticamente i messaggi. Chi usa l’app di messaggistica istantanea concorrente, Telegram, dispone da tempo di una caratteristica simile: è la “chat segreta” con timer di autodistruzione. WhatsApp sta per allinearsi, e presto si potranno spedire messaggi che si autodistruggeranno dopo un periodo di tempo prestabilito.

A darne nota è il sito WABetainfo, secondo cui la nuova funzione è attualmente in fase di test “per garantire agli utenti la migliore esperienza senza errori”. Al momento non è dato sapere quando quelli che in inglese sono chiamati “Disappearing Messages” saranno disponibili, ma l’idea è chiara: si potrà contrassegnare una chat come “scomparsa”.

Stando alle informazioni diffuse dalla fonte, quando la funzione sarà disponibile, basterà abilitare l’opzione “Scomparsa dei messaggi” nelle “Informazioni sul gruppo”, definendo anche l’intervallo di tempo trascorso il quale i messaggi si autodistruggeranno. Tutti i messaggi inviati a quel punto scompariranno allo scadere del tempo di validità.

Il riferimento alle “Informazioni sul gruppo” è dovuto al fatto che inizialmente la funzione sarà disponibile solo per le chat di gruppo. Non sappiamo se in futuro interesserà anche le chat individuali o meno.

Il funzionamento si preannuncia intuitivo. Stando alle schermate pubblicate da Winbetainfo, nelle impostazioni della chat di gruppo si vedrà una voce nuova, messaggi che si autoeliminano o qualcosa del genere. Contrassegnando la conversazione con questa opzione, sarà visualizzata una schermata in cui impostare il tempo di validità dei messaggi. Al momento le opzioni sono 5 secondi o 1 ora. Trascorso questo tempo, non ci saranno più tracce visibili nella chat dei messaggi eliminati. Al contrario di quanto avviene ora, non si vedrà nemmeno la dicitura “Questo messaggio è stato eliminato”.

Non resta che tenere aggiornata l’app e attendere che i nuovi comandi facciano la loro comparsa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’Europa vuole elettrodomestici riciclabili, riparabili e riusabili, che faranno risparmiare i consumatori

next
Articolo Successivo

Datacenter costruiti nei luoghi più strani del mondo, dal Polo al bunker, passando per il fondo del mare

next