“Innanzi tutto un consiglio al nuovo ministro dell’Interno Lamorgese. Non si faccia prendere in giro. Non venda agli italiani il fumo, noi preferiamo l’arrosto”, così l’ex titolare del Viminale, Matteo Salvini, in una diretta Facebook dall’aeroporto di Genova, dopo essere stato al salone nautico, ha commentato il “documento comune” sui migranti dei Paesi membri dell’Unione europea, firmato durante il vertice a Malta.

“Oggi è andata a Malta sottoscrivendo un accordo che per noi è una solenne fregatura”, ha continuato spiegando poi i motivi del perché il patto non sia conveniente per l’Italia. “È l’ennesimo esempio di sòla, fregatura, presa in giro. Intanto nel settembre 2019 gli sbarchi sono aumentati del 50% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. In cambio di? Un pernacchione”, ha poi concluso.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Autonomia, Boccia: “Sia lotta a disuguaglianze, definire subito i livelli essenziali”. Sì da Zaia e Bonaccini

prev
Articolo Successivo

Conte, la missione a New York tra Green new deal, gestione migranti e Libia: “Italia vuole la leadership”

next