Dal palco degli stadi a teatro. Ben venti canzoni, tra le più famose, del repertorio di Luciano Ligabue andranno in scena con il musical “Balliamo sul mondo”, dal 26 settembre al 27 ottobre al Teatro Nazionale di Milano. Un’idea di Matteo Forte e Roberto Razzini con la regia di Chiara Noschese. Quest’ultima ha condiviso con l’artista direttamente. I due si sono incontrati e dopo l’ok da parte del cantautore il progetto ha iniziato a svilupparsi. Questa in realtà è la seconda volta di Ligabue a teatro. Infatti nel 2015 la Compagnia di danza internazionale Aterballetto ha portato in scena “Certe Notti”, le coreografie di Mauro Bigonzetti ispirate proprio alle canzoni del rocker.

La storia di “Balliamo sul mondo”, ruota attorno alla band Ora Zero (è il vero nome della prima band dell’artista) e un gruppo di 11 giovani di provincia riuniti al Bar Mario (celebrato da Liga nelle sue canzoni), durante il Capodanno 1990. Una occasione speciale perché si festeggia l’arrivo del primo anno da maggiorenni. Si intrecciano gli amori, le speranze e le paure del futuro, ci sono anche i rancori mai sopiti e la promessa di rivedersi dieci anni dopo. Un decennio in cui la vita di ognuno dei protagonisti cambierà radicalmente, fino a ritrovarsi durante il Capodanno 2000, un po’ cambiati o forse no con un colpo di scena “scottante” finale.

Gli scambi tra la regista Chiara Noschese e Ligabue, durante la fase di lavorazione, sono stati diversi tanto che c’è anche lo zampino del rocker nei dialoghi della sceneggiatura. Infatti Liga ha “rimproverato” la Noschese di aver alleggerito i dialoghi dei protagonisti, forse un po’ troppo lontani dallo slang dei giovani, soprattutto quando si parla di temi cari come gli amori e le donne. “Mi ha fatto inserire qualche parolaccia”, ha scherzato la Noschese. Le canzoni come “Certe Notti” o “Si Viene E Si Va”, sottolineano i momenti più importanti della storia dei ragazzi. Gli attori cantano dal vivo su basi registrate. Gli arrangiamenti sono leggermente cambiati, ma curate dal collaboratore storico di Ligabue: Luciano Luisi. Le musiche sono state suonate dalla band storica dell’artista. Sono solo due le canzoni eseguite dal vivo: “Una Vita Da Mediano” e “Tu che conosci il cielo”. Una prova importante per tutti i giovanissimi attori che presteranno il volto ai protagonisti diversi tra loro, ma uniti dall’amore per la musica. Sul palco ci saranno Bob Messini, Beatrice Baldaccini, Mario Acampa, Marianna Dalle Nogare, Brian Boccuni, Ilaria De Rosa, Michele De Paola, Mariacarmen Iafigliola, Luigi Fiorenti, Brunella Platania, Yuri Pascale Langer, Miriam Somma e Matteo Sala, pronti ad essere applauditi da Ligabue in persona, atteso (salvo imprevisti dell’ultima ora) per la prima del 26 settembre. Dopo il debutto milanese, il musical girerà l’Italia con 40 date.

SCALETTA DI “BALLIAMO SUL MONDO” – Primo Atto 1. Ho Messo Via

2. Una Vita Da Mediano 3. Libera Nos A Malo 4. Non È Tempo Per Noi 5. Le Donne Lo Sanno 6. Piccola Stella Senza Cielo 7. Certe Donne Brillano 8. Certe Notti 9. Voglio Volere 10. Balliamo Sul Mondo // Secondo Atto 11. Tu Che Conosci Il Cielo 12. Il Giorno Di Dolore Che Uno Ha 13. Si Viene E Si Va 14. Polvere Di Stelle 15. L’amore Conta 16. Il Meglio Deve Ancora Venire 17. Niente Paura 18. Tu Sei Lei 19. Tra Palco E Realtà 20. Urlando Contro Il Cielo

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Coop ritira dai supermercati le olive farcite: presenza di solfiti non dichiarati

prev
Articolo Successivo

“Che belle gambe… A che ora aprono?”: bufera sulla frase stampata sulla bustina di zucchero

next