Doppietta Ferrari a Singapore. Sebastian Vettel vince davanti a Charles Leclerc al termine di un Gran Premio combattuto, caratterizzato da 3 ingressi della safety car in pista per altrettanti incidenti. Sul gradino più basso del podio c’è Max Verstappen, mentre le Mercedes devono accontentarsi del quarto e quinto posto. Sul circuito malesiano non era mai accaduto che una scuderia conquistasse le prime due posizioni. Per la Ferrari si tratta del terzo successo consecutivo dopo le vittorie di Leclerc in Belgio e a Monza: era dal 2008 che a Maranello non si festeggiava in tre gran premi consecutivi, mentre l’ultima doppietta risaliva al 2017 in Ungheria.

Il tedesco torna sul gradino più alto del podio dopo oltre un anno (l’ultimo successo in Belgio nell’agosto 2018) tagliando il traguardo davanti al compagno di squadra al monegasco. Scattato dalla pole position per la terza gara di fila, Leclerc non è riuscito a completare il tris di vittorie. Decisivo il pit-stop anticipato di Vettel,che è rientrato in pista davanti al compagno di squadra ed è riuscito a tenerlo dietro anche nel finale.

Il podio è completato dall’olandese Verstappen con la Red Bull. Ai piedi del podio le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, giunti rispettivamente in quarta e quinta posizione. Buona la prova di Antonio Giovinazzi, giunto decimo con l’Alfa Romeo, in testa per qualche giro nella girandola di sosta ai box e ‘penalizzato’ dall’ingresso in pista della safety car. A punti anche Alexander Albon, sesto con l’altra Red Bull, davanti a Lando Norris, settimo con la McLaren. Completano la top ten Pierre Gasly (Toro Rosso) e Nico Hulkenberg (Renault).

“Ho cercato di mettere tutto oggi, in pista e in macchina”, ha commentato Vettel. “Sono molto contento, è stata una grande gara, congratulazioni al team, l’inizio di stagione è stato difficile per noi ma nelle ultime settimane abbiamo ripreso vita – ha proseguito il tedesco – Sono molto fiero del lavoro di tutti a casa. Il pit stop? Pensavo fossimo un po’ in anticipo, ho dato semplicemente tutto nel giro di uscita, ho visto che le due macchine davanti a me non erano andate ai box, specialmente Lewis (Hamilton, ndr)”.

Non nasconde la delusione personale il compagno di squadra: “È sempre difficile perdere una vittoria in questo modo, però alla fine è una doppietta per il team, sono molto contento anche perché è la prima di questa stagione”. Il 21enne pilota della Ferrari spiega: “Siamo arrivati qui nella speranza di salire sul podio e torniamo a casa con una doppietta, sono estremamente felice. Sono un po’ deluso per me però a volte le cose vanno così. Reagirò ancora più forte. Possiamo essere ottimisti, la situazione sembra molto più positiva di quanto ci aspettassimo, sia in qualifica che in gara il passo è stato fantastico. La strategia di gara? È stata stabilita prima, è venuta fuori una doppietta”.

Grazie ai risultati a Singapore, i due piloti della Ferrari avvicinano chi li precede in classifica: Leclerc aggancia Verstappen a quota 200 punti, mentre Vettel risale a 194. Hamilton e Bottas sono ancora molto distanti: il pilota inglese, a 6 gran premi dalla fine del Mondiale, è sempre primo con 296 punti, 64 in più del compagno di squadra. Nel mondiale costruttori, la scuderia tedesca ha quindi 528 punti, mentre la Rossa di Maranello è a quota 394.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

F1 Singapore, le qualifiche: Leclerc conquista ancora la pole. Hamilton secondo, Vettel terzo

prev
Articolo Successivo

Ferrari, doppietta al Gp di Singapore. Ma ora si rischiano frizioni pericolose tra Vettel e Leclerc

next